Pensione anticipata fino a 10 anni prima: per l’Inps si può ottenere. Ecco i requisiti per accedervi, tutti i passaggi da seguire e come compilare il modulo di richiesta.

Inps pensione

Forse non tutti sanno che esiste la possibilità di andare in pensione anticipata, fino a 10 anni prima della data prevista. Vediamo insieme tutti i passaggi per poterla richiedere!

C’è un modo per accedere alla pensione anticipata che non tutti conoscono e che è stato introdotto in via sperimentale nella legge di Bilancio 2017 e poi consolidato dalla legge di Bilancio del 2018. Stiamo parlando della RITA, acronimo di Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, sistema che permette alle persone di andare in pensione ottenendo l’anticipo di una rendita sulla futura pensione integrativa.

Grazie alla RITA i lavoratori che si trovano in un momento di difficoltà, disoccupati o che hanno appena perso il lavoro e che sono iscritti ad una forma pensionistica complementare in regime di contribuzione definita possono ritirarsi già 57 anni o a 62, in caso manchino rispettivamente 10 o 5 anni dalla data di pensionamento. 

Leggi anche -> Birra e panini per chi si vaccina entro il 16 ottobre, l’Azienda sanitaria convince così gli indecisi

RITA, che cosa è?

Ma come funziona? La risposta è molto semplice: sfruttando il capitale accumulato in un fondo pensione (come ad esempio possono essere i fondi negoziali) dal quale trarne una rendita mensile, bimestrale o trimestrale – in base alle esigenze – che accompagni l’utente fino alla data del pensionamento vero e proprio. Nel mentre ,i contributi continuano a crescere per raggiungere il pensionamento ordinario.
La RITA viene elargita per non più di 5 anni e può essere ottenuta in due modalità: o il lavoratore riscatta tutto il capitale accumulato nel fondo della previdenza complementare, oppure può decidere di riscattare solo una parte del capitale. Nel primo caso rinuncerà del tutto alla pensione integrativa, nel secondo invece la pensione risulterà decurtata della somma usata per l’operazione.

RITA, i requisiti per ottenerla

Non tutti, però, possono accedere alla pensione anticipata: per ottenerla occorre avere certi requisiti che l’Inps ha stabilito. Eccoli elencati di seguito.

  1. Iscrizione ad un fondo di previdenza integrativa (fondo a cui andrà richiesta la RITA);
  2. Cessazione dell’attività lavorativa;
  3. Maturazione entro 5 anni dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia (67 anni per il 2021);
  4. Maturazione di almeno 20 anni di contributi nei regimi obbligatori di appartenenza.

Inoltre, dal 2018 la pensione anticipata con la rendita integrativa temporanea anticipata è stata estesa anche ai disoccupati da oltre due anni. Nel loro caso la RITA si può ottenere già dai 57 anni, ma solo se in possesso di queste caratteristiche:

  1. Cessazione dell’attività lavorativa;
  2. Essere disoccupato dopo la cessazione dell’attività lavorativa per più di 24 mesi;
  3. Avere raggiunto l’età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime obbligatorio di appartenenza entro i 10 anni successivi al compimento del termine di inoccupazione;
  4. Avere almeno 5 anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.

Leggi anche -> Test: quello che vedi rivela quello che ti manca

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui