Birra e panini per chi si vaccina entro il 16 ottobre, l’Azienda sanitaria convince così gli indecisi

0
119
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, Ansa, Rainews

La nuova curiosa iniziativa per spronare gli ultimi indecisi: birra e salsiccia per chi si fa somministrare il vaccino anti Covid.

Getty Immages/Natalia Kolesnikova

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali di Covid sono saliti di 3235 unità. Da ieri 39 morti e 5345 guariti. Continuano a scendere i casi attualmente positivi: 88.247, -2052 rispetto a ieri.  Scendono anche i ricoveri: 2872, -96. Diminuiscono anche gli assistiti in terapia intensiva: 415, -18 da ieri.

Birra e salsicce gratis, ma solo se ti vaccini

Il vaccino anti Covid, per il momento, non è ancora stato reso obbligatorio dal Governo Draghi. Se non per alcune categorie specifiche come il personale medico e sanitario. Anche se la maggior parte della popolazione ha già ricevuto le due dosi, molti sono ancora gli scettici e gli indecisi. E così un’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha lanciato un’iniziativa curiosa: birra e salsiccia gratis per chi si vaccina.  Venerdì 8 ottobre – dalle ora 10.00 alle ore 17.30 -il Vaxbus si fermerà davanti al birrificio Forst di Foresta/Lagundo, vicino Merano e tutti coloro che si faranno inoculare il vaccino riceveranno in omaggio la famosa Weißwurst – la salsiccia bianca tipica dell’Oktoberfest – un Brezen – il tipico pane –  e una birra analcolica.

L’Azienda sanitaria ha preso esempio dal comune di Aue-Bad Schlema, cittadina della Sassonia in Germania, che, un paio di mesi fa, aveva incentivato con successo la partecipazione alla campagna vaccinale a suon di Bratwurst, la salsiccia arrostita. I medici dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige hanno spiegato: “Non è solo il decreto Draghi che prevede la vaccinazione per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre, che dovrebbe spingere i non vaccinati a sottoporsi al vaccino e proteggersi: la variante delta, attualmente dilagante, contagia soprattutto i giovani, che spesso peggiorano rapidamente. Non è un caso che tutte le pazienti e tutti i pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva con Covid non siano vaccinati”. Non è la prima volta che si cerca di prendere per la gola gli scettici. In occasione dell’Open Day per i ragazzini della fascia 12-16 anni, il governatore del Piemonte Alberto Cirio aveva deciso di offrire un gelato a tutti i bambini che fossero andati a vaccinarsi presso l’hub del parco torinese del Valentino. Meno mangerecci e più pragmatici, invece, in America dove per spronare i cittadini a vaccinarsi si è addirittura organizzata una lotteria con premi pecuniari non indifferenti

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui