Iniziano le vaccinazioni sui bambini: il Governatore del Piemonte gli offre un gelato per convincerli

0
325
Fonti ed evidenze: Ansa, Corriere della Sera

Curioso escamotage quello di Alberto Cirio, governatore della Regione Piemonte, per incentivare i bambini e i ragazzini a farsi inoculare il vaccino anti Covid.

Getty Immages/Jeff Kowalsky

La variante Delta fa paura e fa paura il numero degli attualmente positivi che da settimane è tornato a crescere. E non si tratta solo di persone asintomatiche o con sintomi lievi poiché anche il numero dei soggetti ricoverati è tornato a salire. La maggior parte di medici e politici sono concordi nel sostenere che l’arma più efficace nella lotta al Covid sia il vaccino. Certo anche con il vaccino si può contrarre il Covid e contagiare ma, almeno, nella maggior parte dei casi la malattia non evolve in forma grave e non si finisce in terapia intensiva. L’Ema – Agenzia europea per il Farmaco – e l’Aifa – Agenzia italiana per il Farmaco – hanno dato il via libera al vaccino anche per i bambini e ragazzini di età compresa tra i 12 e i 17 anni.

Tuttavia ora che il vaccino c’è non è detto che ci sia la volontà di farselo iniettare. L’obbligo del Green Pass per andare al cinema o a mangiare la pizza con gli amici piuttosto che in palestra o piscina – nelle intenzioni del Governo – potrebbe essere uno stimolo per molti. Ma forse non per tutti. Negli Stati Uniti hanno puntato sulla pecunia mettendo in palio premi in denaro e borse di studio per i ragazzi disposti a farsi iniettare le due dosi di siero anti Covid. Mentre , governatore della Regione Piemonte ha scelto la strada della dolcezza: un bel gelato omaggio. Nello specifico sabato 14 agosto nel hub del Parco del valentino a Torino si terrà l’open day per i bambini e ragazzi tra i 12 e i 19 anni. Chi si vaccinerà riceverà un buono per l’acquisto di un gelato. Certo con il caldo di agosto l’offerta è allettante. Vedremo se funzionerà. Nel caso questo stratagemma avesse successo potrà essere d’esempio per tutte le altre Regioni.