“Sì, voglio che il Fisco vi colpisca pesantemente”. Ma era lei ad evadere le tasse

0
295
Fonti ed evidenze: IlGiornale.it

Alexandria Ocasio-Cortez, politica statunitense, si presenta al Met Gala con un abito manifesto bianco, su cui appare la scritta rossa “Tax the rich” (tassa i ricchi). Peccato siano saltati fuori alcuni dettagli scottanti su chi l’ha realizzato.

Alexandria Ocasio-Cortez al Met Gala
Mike Coppola/Getty Images

Mega gaffe per Alexandria Ocasio-Cortez e per la stilista Aurora James. Settimana scorsa, al Met Gala di New York – lussuoso galà annuale di raccolta fondi a beneficio del Costume Institute del Metropolitan Museum of Art – la democratica e attivista statunitense si è presentata con un abito bianco da cerimonia con tanto di strascico e, fulcro del suo outfit: una scritta rosso scintillante che diceva “Tax the rich” ovvero “Tassa i ricchi.”

Probabilmente per la deputata sembrava un modo “simpatico” e diretto per fare propaganda sul red carpet, e quale posto migliore se non proprio il Met Gala dove lo sfarzo e l’eccesso sono ben accolti? Peccato però che con quest’abito la beniamina dei liberali americani non abbia proprio fatto una bella figura, dal momento che qualche giorno dopo, sono venuti fuori alcuni dettagli scottanti sulla stilista che ha creato il vestito di Alexandria apposta per l’occasione. 

“Tax the rich”, ipocrisia in prima linea

Alexandria Ocasio-Cortez su twitter ha scritto: “orgogliosa di lavorare con @aurorajames come stilista immigrata di colore focalizzata sulla sostenibilità, passata dall’iniziare il suo sogno a @brothervellies in un mercatino delle pulci a Brooklyn alla vittoria del @cfda contro ogni previsione. Ora è tempo per l’assistenza all’infanzia, l’assistenza sanitaria e l’azione per il clima per tutti. Tassa i ricchi.” La deputata era a conoscenza però, che la signorina Aurora James, in realtà evade da anni il fisco?

Secondo quanto mostrano i registri, e secondo quanto poi riportato dal New York Post, la stilista Aurora James ha numerosi debiti con il fisco e per di più, in più stati americani. La maggior parte fatti per la sua società llc – a responsabilità limitata – la Cultural Brokerage Agency, fondata dalla stessa James nel 2011 come società madre del suo marchio di moda Brother Vellies. Marchio, tra l’altro, molto noto e molto apprezzato da star come Beyoncé, Meghan Markle e Rihanna. 

Il Dipartimento statale delle tasse e delle finanze ha dichiarato che la società della stilista ha debiti – contratti nel 2018 e nel 2019, per tanto prima della pandemia – nello stato di New York per un totale di 14.798 dollari. In più sempre la Cultural Brokerage Agency deve 103.220 dollari al governo federale, per via delle ritenute sui compensi dei dipendenti che non ha corrisposto. Come se non bastasse, oltre ad evadere il fisco, a non versare quanto dovuto ai dipendenti, Aurora James prende i soldi dei contribuenti Usa: un totale di 41.666 dollari che la sua azienda ha ricevuto come aiuto per l’emergenza di Covid-19. In più la società della stilista ha in ballo numerose cause legali disposte dai dipendenti a cui non vengono pagati i benefit. Gli stessi (ormai ex) dipendenti che hanno dichiarato essere stati sfruttati come stagisti a tempo pieno, senza nessuna paga. Perciò altro che “Tax the rich”, questa volta Alexandria Ocasio-Cortez ha proprio toppato e forse, sempre che già non ne fosse a conoscenza, dovrebbe fare più attenzione a chi assume o a chi affida lavori, per evitare danni alla sua immagine politica e alla sua credibilità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Controlli della Guardia di Finanzia sul conto corrente: se hai fatto certe cose te la sei cercata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui