Il Green Pass non basta: “Avremo presto 10mila casi al giorno”

0
218
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, Fanpage

Non buone le previsioni degli esperti su ciò che ci attende nei prossimi mesi. Nonostante l’introduzione del Green Pass obbligatorio, non si possono escludere nuove chiusure.

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali sono saliti di 7230 unità e portano il totale a 4.377.188. Da ieri 27 morti che fanno salire le vittime a 128.163 e 3371 guariti che raggiungono quota 4.147.979. Totale persone vaccinate: 33.485.151, pari al 62% della popolazione sopra i 12 anni.

I casi attualmente positivi salgono a 101.046, +3826 rispetto a ieri I ricoverati sono 2409, +100 mentre in terapia intensiva 268 assistiti, +8 da ieri.

Pregliasco: “Presto 10mila casi al giorno”

In molti sperano che l’introduzione del Green Pass obbligatorio, a partire da venerdì 6 agosto, serva a scongiurare nuove chiusure. Ma gli esperti non se la sentono di escludere del tutto questa ipotesi. Ad intervenire sulla questione il professor Fabrizio Pregliasco, virologo presso il dipartimento di Scienze biomediche all’Università Statale di Milano. Pregliasco – intervistato da Fanpage – ha spiegato: “Siamo ancora in una fase crescente, per cui credo che dovremo aspettarci almeno 10mila casi al giorno e il ritorno in zona gialla di alcune regioni“. E, a detta dello scienziato, le prime a colorarsi di giallo saranno la Sicilia, la Sardegna e il Lazio.  Situazione che parrebbe inspiegabile in quanto la campagna vaccinale sta procedendo a passo spedito ormai il 62% della popolazione over 12 ha già ricevuto entrambe le dosi. Ma il  problema, a detta di Pregliasco, sono gli spostamenti, la movida legata alle vacanze. Tant’è che ha suggerito di saltare le ferie per quest’estate e restarsene a casa.

Il virologo non poteva non esprimersi anche in merito al Green Pass. Oggi, infatti, l’Esecutivo si riunirà per stabilire se estendere l’obbligo anche ai mezzi di trasporto e alle scuole. Pregliasco sarebbe assolutamente a favore in quanto – a parer suo – sarebbe l’unico modo per garantire la ripresa delle lezioni in presenza. E obbligo di Green Pass nelle scuole comporterebbe, quasi inevitabilmente, obbligo di vaccinazione anche per i bambini. Sull’argomento l’esperto si era già dichiarato favorevole a detta sua i bambini dovrebbero essere vaccinati già a partire dai sei mesi di vita. Sempre in merito al vaccino, è notizia di questi giorni che Israele è partita con la terza dose. Il virologo ha commentato: “Gli studi ci dicono dopo i sei mesi dalla seconda dose comincia ad esserci qualche defiance, quindi credo che bisognerà valutare. Penso che si comincerà con una ulteriore dose di richiamo per i soggetti fragili”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui