Francesca Pascale e Berlusconi: dallo scontro sul Ddl Zan al milioncino in più

0
1012
Fonti ed evidenze: Libero

Francesca Pascale dall’ex compagno ha ottenuto più di quello che pensavamo, lo svela Dagospia. Lui da lei, invece, una strigliata sul Ddl Zan.

Pascale e Burlosconi

La showgirl ed ex compagna di Silvio Berlusconi, è in prima linea per l’approvazione del disegno di legge Ddl Zan. Francesca Pascale spera che il testo proposto venga approvato esattamente così com’è, senza variazioni. Ne è convinta: sarebbe uno sbaglio modificarlo e non ha timore di ribadirlo, né all’ex compagno, né alla Chiesa.

Lo scorso 17 giugno, la segreteria di Stato del Vaticano ha mandato una nota verbale all’ambasciata italiana, per richiedere formalmente delle modifiche al disegno di legge Ddl Zan. Richiesta ovviamente non tenuta in considerazione dal premier Mario Draghi che ha risposto “l’Italia è uno Stato laico.” Dopo questo inaspettato intervento da parte della Chiesa, tanti si sono dissociati dal suo pensiero, lamentando che la Chiesa, dovrebbe forse pensare di più “agli affaracci suoi”. Tra chi non era d’accordo con la richiesta arrivata dalla segreteria del Vaticano, c’era anche la Pascale che a riguardo aveva dichiarato: “Io ho iniziato le pratiche per sbattezzarmi.” Aggiungendo: “Sono credente, vorrei fosse chiaro. Ma accanto alla Chiesa apostolica, c’è un’altra parte che si divide tra omofobia e silenzio sulla pedofilia. Non mi piace una Chiesa che discrimina.”

La Chiesa non è l’unica con la quale la Pascale non si trova d’accordo, infatti la sua battaglia è (ancora adesso) soprattutto con la Lega e ora anche con Forza Italia. La showgirl ha ammesso: “Silvio è arrabbiato con me” perché i due non si trovano d’accordo sul disegno di legge. Lei gli dice “ripensaci” e spera che approvino la proposta, sostenendo anche che almeno la metà di Forza Italia la pensi come lei e che quindi il partito dovrebbe far votare liberamente i suoi parlamentari.

Cos’ha ottenuto la Pascale da Silvio Berlusconi

Tornando alla diatriba fra Pascale e Berlusconi, oltre ai battibecchi sul Ddl Zan, com’è rimasto il loro rapporto? Dopo la loro separazione, il Cavaliere del lavoro aveva detto “le vorrò sempre bene”, lei ricambia sicuramente l’affetto ma lo aveva avvisato: “ho dedicato al presidente i miei migliori anni. Lui mi ha sempre trattata come una regina, ora non posso mica tornare alla vita di prima”, le parole rilasciate a Libero, durante un’intervista con il giornalista Roberto Alessi.

E così è stato. Sapevamo già, grazie al settimanale Oggi, che la Pascale avrebbe ricevuto 20 milioni di euro di buonuscita, ma Dagospia, oltre a confermare la cosa, ha aggiunto che la showgirl riceverà dall’ex compagno un vitalizio annuale di un milione di euro per il suo “mantenimento”. Non finisce qui, perché Francesca Pascale ha ottenuto anche l’uso gratuito di Villa Maria in Brianza con, ovviamente, l’intera squadra della “servitù” a sua completa disposizione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Fedez di nuovo contro il Vaticano, questa volta scontro a suon di tweet

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui