Damiano dei Maneskin risponde ad Emma Marrone: “Sono un maschio privilegiato”

0
129

È arrivata subito la replica di Damiano ad Emma Marrone che aveva denunciato il sessismo dopo la sua esibizione agli Eurovision: ecco cos’ha detto il cantante dei Maneskin.

Damiano Emma

Mi avevano massacrata per un paio di shorts, ma se Damiano porta i tacchi allora va bene“. Così Emma Marrone pochi giorni fa aveva denunciato l’ingiusto trattamento da lei subìto da parte della critica dopo la sua esibizione agli Eurovision nel 2014, trattamento che però non è stato riservato a Damiano e ai Maneskin, vincitori dell’ultima edizione della competizione canora europea. Emma aveva avvertito di un certo sessismo diffuso nel mondo della musica e a distanza di poche ore Damiano non ha potuto che darle ragione. Ecco le sue parole.

I Maneskin hanno infuocato il palco degli ultimi Eurovision, portando l’Italia a vincere la competizione dopo tanti anni. Merito, forse, anche del loro look stravagante e provocatorio che hanno saputo sfoggiare sul palco con disinvoltura e grande padronanza. Anche Emma Marrone aveva fatto molto parlare di sé ai tempi della sua partecipazione agli ‘europei della musica’, ma tutte le attenzioni si erano concentrate sul suo aspetto, le sue movenze e quegli shorts color oro intravisti sotto il vestito e che tanto avevano scandalizzato, canalizzando tutto l’interesse. Dopo aver seguito e tifato per i Maneskin, in gara quest’anno, Emma ha notato come nonostante anche il loro modo di vestire sia alquanto provocatorio abbiano ricevuto un trattamento diverso. In particolare Damiano, cantante e front man del gruppo. Ed è arrivata subito la risposta da parte del giovane.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Le parole di Damiano: “Da maschio sono privilegiato”

Il 20enne cantante dei Maneskin non ha potuto che confermare le parole della collega. “Il giudizio facile contro il femminile è più feroce, costante, svilente“, ha ammesso in un’intervista per Vanity Fair. E per rendere l’idea, ha fatto un paragone con Victoria, l’unico membro donna del gruppo: “Se io faccio tanto sesso sono un figo e Vic una puttan*, dove io mi mostro forte sono un leader e Vic una dispotica e rompipalle, che ha successo perché è bona…

Damiano David sa bene di essere in una posizione di favore in quanto individuo di sesso maschile: “Da maschio, sono privilegiato. Le molestie che subisco non sono paragonabili a quelle che vive una donna, i commenti sulla mia estetica sono incentrati solo sulla mia estetica e non vanno a insinuare nulla sulla mia professionalità e la mia competenza, mentre le donne sono vittime di questo tipo di pensiero in maniera sistematica“, ha spiegato, augurandosi che un giorno queste discriminazioni non esisteranno più. Ma poi ha raccontato un aneddoto che spiega come anche gli uomini possono essere talvolta vittime di molestie: “Mi è successo di ritrovarmi dal niente con una che, tirandomi a sé per un selfie, mi ha iniziato a leccare la faccia… Ma che vuoi, me l’hai chiesto? Il consenso esiste, ed è doveroso“.

Leggi anche -> Gessica Notaro: “Ho dovuto sopportare i sorrisini e le battute del legale del mio ex in tribunale”

Leggi anche -> Damiano dei Maneskin flirt con Drusilla Gucci? L’indiscrezione

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui