Denise, è accaduto qualcosa d’importante: identificata la rom vista dalla guardia giurata

0
526
Fonti ed evidenze: Fanpage, Corriere dell'Umbria

Torna a parlare Felice Grieco, la guardia giurata che pochi mesi dopo la scomparsa di Denise Pipitone realizzò un video in cui compariva una bambina dalla straordinaria somiglianza con la piccola di Mazara del Vallo. 

denise pipitone guardia giurata
Felice Grieco/Facebook

A diciassette anni dalla sua scomparsa, la vicenda che vede – suo malgrado – protagonista Denise Pipitone rimane caratterizzata da troppi elementi non chiari. Troppi gli aspetti da chiarire, troppe le incongruenze da sciogliere: dalle intercettazioni telefoniche e ambientali raccolte nei giorni successivi alla scomparsa di Denise – e per troppo tempo rimaste inutilizzate, come denunciato dall’ex pm del caso Maria Angioni – fino alle numerose segnalazioni ricevute dalla famiglia di Denise nel corso degli anni. Non è un caso che, dopo un periodo in cui il tema sembrava essere finito in secondo piano, sui media nazionali, la scomparsa della bambina di Mazara del Vallo è tornata ad essere al centro del dibattito.

Tra gli aspetti che più hanno fatto discutere, del caso legato alla scomparsa di Denise, figura l’episodio che vide protagonista una guardia giurata che a Milano, pochi giorni dopo la sparizione della bambina, il 18 ottobre del 2004, realizzò un video in cui veniva inquadrata, davanti a una banca del capoluogo lombardo, una bimba fortemente somigliante a Denise che si trovava in compagnia di un gruppo di persone di etnia Rom. La donna che era con lei la chiamava Danàs, un nome che suona simile a quello della bambina sparita un mese e mezzo prima a Mazara. Eppure la donna del video non è mai stata rintracciata dagli inquirenti.

Felice Grieco, la guardia giurata autore del video in questione, è tornato a parlare in televisione, ospite della trasmissione Quarto Grado. “Io voglio la verità. Sono andato dai carabinieri per una denuncia. Qualche giorno fa ho avuto una segnalazione da una signora che vuole rimanere anonima, mi ha inviato un link di un articolo che parla di rom“, ha affermato l’uomo. “C’erano delle persone e io tra queste ho riconosciuto la donna di Milano, quella che accompagnava la piccola Danàs a Milano. È inconfondibile, io ricordo le facce. Ho subito segnalato a chi di dovere e ho formalizzato il riconoscimento sperando di riuscire a risalire a quella donna del video”.

A distanza di molti anni, quindi, Grieco sostiene di aver riconosciuto in una foto la donna che era con la bambina davanti alla banca. “Per me quella bimba era Denise“, ha poi confermato la guardia giurata, ribadendo quello che – ancora poche settimane fa – aveva dichiarato in un’altra intervista: “Per me era proprio lei. Chiamai prima mia moglie, subito dopo la polizia chiesi di poter intervenire con una scusa, ma mi fu detto di aspettare il loro intervento. Feci anche il famoso video, mi dissi che almeno così avevano una faccia da riconoscere, da controllare“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui