78enne dipinge le strisce pedonali per la moglie disabile. Il Comune le cancella e lui viene multato

0
162
Fonti ed evidenze: Times, SkyTG24

Un 78enne aveva chiesto più di una volta che il comune tracciasse delle strisce pedonali per rendere sicura la strada, venendo ignorato.

Strisce pedonali 14 febbraio 2021 leggilo.org-2
Getty Images/Attila Kisbendek

Un gesto folle o di incredibile amore, a seconda di come si veda la cosa, quello di un uomo che è arrivato a dipingere personalmente le strisce pedonali per la moglie, anziana ed invalida, permettendole di attraversare in sicurezza un tratto di asfalto. L’uomo – di nome Laurie Philips un 78 britannico – aveva più volte inviato una richiesta di assistenza all’ente predisposto, segnalando la pericolosità del tratto di strada molto trafficato che la moglie era costretta ad attraversare ogni mattina, uscendo di casa: tuttavia, le sue richieste sono state ignorate fino al punto in cui l’uomo ha deciso di agire autonomamente. Se quelle strisce pedonali non vengono dipinte dal comune – ha pensato Laurie – me ne occuperò io. Ad aiutare l’uomo nell’impresa, due vicini, d’accordo con lui riguardo la pericolosità della strada di Christichurc, comune britannico. Il gruppo ha dipinto una serie di strisce in tutto e per tutto uguali a quelle che si vedono tutti i giorni per le strade di tutta Europa.

A detta di Laurie, il segnale era talmente ben fatto che gli automobilisti lo rispettavano senza farsi troppe domande: “La strada era decisamente più sicura”spiega il 78enne aggiungendo che sua moglie Estelle – 76enne costretta su uno scooter per disabili – poteva finalmente attraversare senza preoccuparsi il tratto di strada. L’uomo aveva addirittura aggiunto all’attraversamento pedonale un segnale stradale che limitava la velocità alle 10 miglia orarie. Ma questa installazione è durata poco: a quattro giorni dall’intervento di Laurie e dei suoi vicini, i funzionari del comune si sono presentati per cancellare le sei strisce pedonali e rimuovere il segnale, presentando all’uomo una sanzione di 130 sterline per il suo operato: “Il consiglio comunale ha avuto mille possibilità di dirmi di non farlo perché ho inviato loro un avvertimento in anticipo. Nessuno ha risposto e questa, per quanto mi riguarda, rappresenta una tacita approvazione“, dice Laurie senza scomporsi, aggiungendo che i vicini del quartiere appoggiavano la sua idea. Infatti, una petizione che ha già raccolto 100 firme chiede che le strisce siano ridipinte in quel punto: “Valuteremo la richiesta”, fa sapere il Comune: in Inghilterra come in Italia, la sicurezza stradale resta un tema importantissimo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui