Aurora Ramazzotti, è polemica contro i Dpcm? “Quando si poteva ancora fare”

0
91

Aurora Ramazzotti ha pubblicato un post su IG che è stato interpretato come polemico e nostalgico verso un passato nemmeno troppo lontano

Aurora Ramazzotti

La figlia di Michelle Hunziker ed il celebre cantautore si è sempre distinta sui social per il suo essere una persona riflessiva e profonda. Tanti i temi che ha proposto in questi anni, pronta a prendere le difese di volta in volta delle persone in difficoltà. Esprimendo poi sempre quello che pensa senza peli sulla lingua. Per tanti ha ereditato il carattere riflessivo di papà Eros e la bellezza e l’intraprendenza di mamma Michelle. Questa sua riflessività e passione per i temi di estrema attualità l’hanno resa celebre anche su Instagram, dove i follower l’apprezzano non solo per le sue doti fisiche ma anche per la spontaneità e la voglia di mantenere un rapporto diretto con i suoi follower, aprendo spesso dibattiti con botta e risposta. Questa è la sua vera forza sui social che le regala la giusta popolarità.

Aurora Ramazzotti nell’ultimo post ha posto una problematica relativa all’emergenza Coronavirus. Che da quasi un anno ha cambiato le vite di tutti gli italiani. Anche se una via d’uscita con l’arrivo del vaccino sembra prossima, non si può dire che la fine della pandemia sia assolutamente vicina. Anzi, l’allerta per i contagi e le nuove varianti in questa nuova ondata destano ancora preoccupazioni. Ma cosa ha scritto di particolare la figlia di Eros e Michelle che ha scatenato le polemiche? Si tratta di un post (pubblicato sotto) che è stato interpretato come una forte polemica contro i Dpcm e le restrizioni, o forse come un rimpianto per un passato anche non troppo lontano. Che invece appare distante, anche se non è passato nemmeno un anno dallo scoppio della pandemia. “Febbraio 2020- quando ancora ci era concesso programmare le cose🤯”. Voi come lo avete interpretato questo post? Il tono è polemico o nostalgico?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui