Verona, seguono le raccomandazioni del Ministro Speranza e segnalano i vicini

0
1201
Fonti ed evidenze: TgCom24, Today

A Verona un gruppo di amici è stata sanzionata per aver organizzato a casa una festa. La segnalazione ai Carabinieri è partita dai vicini.

verona_festa_seganalazione_multa 05.12.2020 Leggilo.org
Roberto Speranza Facebook

Qualche settimana fa il Ministro della Salute Roberto Speranza – intervistato a Che Tempo che Fa su Rai3 – ha spiegato come, al fine di evitare assembramenti all’interno delle abitazioni private, il Governo faccia affidamento anche sulle segnalazioni. Infatti se ad evitare che la folla si accalchi nei luoghi pubblici ci pensano i controlli delle Forze dell’Ordine. Più complicato, però, evitare che le persone non organizzino feste o cene con tavolate all’interno della propria casa. Per questo, Speranza, ribadiva che è importante la collaborazione da parte di tutti per evitare che all’interno degli appartamenti si ricevano persone diverse da quelle conviventi.

E c’è chi ha preso alla lettera i consigli del ministro. Infatti a Verona alcuni condomini, dopo essersi accorti che in un appartemento si stava svolgendo una festa piuttosto rumorosa, non hanno esitato a chiamare i Carabinieri. Le Forze dell’Ordine, all’interno dell’abitazione segnalata, hanno infatti trovato 11 persone che stavano mangiando e ballando. Dopo aver fatto spegnere la musica, gli uomini dell’Arma hanno sanzionato i partecipanti. E così per gli amici  è scattata una multa dal valore complessivo di 5280 euro. Cifra alta che, tuttavia, si divideranno in undici.

Non è la prima volta che dei cittadini avvisano prontamente le Forze dell’Ordine se si accorgono che ci sono assembramenti. Un paio di settimane fa, a Brescia,  alcuni vicini hanno chiamato la Polizia per segnalare che in un appartamento del palazzo si stava festeggiando un compleanno. Il festeggiato – e i suoi amici – hanno ricevuto come “regalo” una multa di 3200 euro. A Genova, addirittura, alcuni cittadini hanno segnalato ai vigili assembramenti di persone in fila senza la mascherina per avere del cibo presso la mensa dei poveri di via Prè. E ora che in previsione delle feste di Natale, il nuovo Dpcm del Governo consente la riapertura dei negozi per permettere alle persone di fare shopping, i controlli saranno ancora più serrati. Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, infatti, ha già annunciato la presenza di 70mila agenti sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui