Riccardo Scamarcio arriva quasi alle mani con il figlio di Michele Placido

0
14

Sul set di L’ombra di Caravaggio, c’è tensione. Il film è diretto da Michele Placido e vede protagonisti il figlio Brenno e Riccardo Scamarcio.

I tempi sono difficili per tutti e la tensione alleggia nell’aria. Anche per i divi del cinema italiano non è di certo un periodo facile. E questo nervosismo latente si percepisce anche nelle parole del bravissimo attore Riccardo Scamarcio , che sta girando un film diretto da Michele Placido, L’ombra di Caravaggio. Oltre a Scamarcio, è presente un cast di tutto rispetto: Isabelle Huppert, Louis Garrel, Vinicio Marchioni, Lolita Chammah, e poi Micaela Ramazzotti, Alessandro Haber, Moni Ovadia, Lorenzo Lavia, Michele Placido stesso e Brenno Placido, il figlio del direttore. Il film racconterà del genio della pittura Michelangelo Merisi, il Caravaggio, che nel film sarà interpretato da Scamarcio. Ranuccio Tomassoni invece, cioè il giovane che Caravaggio uccise, essendo poi condannato alla decapitazione per questo reato, sarè interpretato dal figlio di Placido, Brenno. E così come nella vita reali dei protagonisti di secoli fa, anche ora sembra che qualcosa sia andato storto tra gli interpreti dei due personaggi della storia.

Stando alle indiscrezioni, i due attori sarebbero sull’orlo di un brutto litigio. Infatti pare ci sia stata una pesante discussione tra Brenno e Scamarcio. Quest’ultimo si sarebbe molto arrabbiato con il figlio del grande attore italiano. La causa? Perché Brenno non avrebbe capito il senso di un dialogo della sceneggiatura. Così, alzando la voce davanti a tutti, Scamarcio avrebbe dato a Placido le spiegazioni su come recitare la scena. Il quale avrebbe reagito dicendo “va bene, basta, giriamola come vuole Riccardo”, facendo scatenare nel collega la rabbia per l’ironia contenuta nella sua frase. Scamarcio a quel punto avrebbe risposto “Non ti azzardare a ripetere una cosa così”, spiegando poi che la spiegazione di come dovevano fare era scritta sul copione, e che lui non si era inventato niente. “E se non la pianti ti prendo a schiaffi” , sembra abbia risposto Scamarcio. A seguito di questa risposta i due si sarebbero avvicinati con fare aggressivo. E poi sono stati separati dalle persone presenti sul set, tra i quali non c’era il regista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui