Raoul Bova, già padre di due maschi e due femmine dichiara: “non penso al matrimonio, mi piacerebbe un altro figlio”

Raoul Bova

L’attore Italiano, Raoul Bova non pensa al matrimonio ma sogna ancora la cicogna, sarebbe pronto all’età di 50 anni, ad avere il quinto figli, lo dichiara durante l’intervista del settimanale Oggi, quando alla domanda Progetti di nozze?, lui risponde: Ma io e lei siamo già sposati! La progettualità, in questo momento, è più nello star bene e in un possibile altro figlio. Io non metto limiti alla provvidenza.

Raoul Bova dal precedente matrimonio con Chiara Giordano, durato ben 13 anni, ha avuto due figli ormai maggiorenni, invece con la sua attuale compagna Rocio Munoz Morales, conosciuta sul set del Film Immaturi nel 2012 mentre era ancoro sposato, ha due belle femminucce, di 4 e 2 anni.

Quindi l’attore davanti alla richiesta di un nuovo possibile matrimonio si tira indietro, ma sicuramente desidera il quinto figlio, per lui in questo momento è più importante essere felice insieme alla famiglia, chissà se Rocio è d’accordo? Lei non vorrebbe invece indossare l’abito bianco? e soprattutto è pronta a diventare madre per la terza volta?

RAOUL BOVA E LA DEDICA D’AMORE A ROCIO MUNOZ MORALES

Raoul Bova

Il famoso attore, oltre ad aver appena concluso le registrazioni della fiction Buongiorno mamma che andrà in onda su Canale 5, ha anche appena terminato di scrivere il suo libro intitolato Le regole dell’acqua – il nuoto e la vita, è un romanzo in cui l’artista si racconta, parlando dell’esperienza del nuoto, dalla vita privata al set del cinema.

Raoul insieme alla sua compagna Rocio, durante l’intervista a Verissimo rivela di aver scritto questo libro pensando ai suoi 4 figli “hanno iniziato a volersi bene, li ho lasciati liberi di vivere la loro vita senza nessuna imposizione”, ma questo romanzo è dedicato anche ai suoi  suoi genitori purtroppo scomparsi recentemente e in modo improvviso.

Bova confessa di aver superato questo brutto periodo anche grazie alla sua compagna Rocio Munoz Morales, che l’ha sostenuto in ogni momento, la Morales ha infatti dichiarato alla Toffanin “quando ami è così, il suo dolore era il mio dolore, sentivo un bisogno interiore di stargli vicino

Ovviamente non poteva mancare la dedica alla sua amata, infatti Raoul Bova alla fine del libro scrive delle bellissime parole rivolte a Rocio: una guerriera che non ha paura di niente, nemmeno di morire per te. Ti prende, ti salva quando sei in difficoltà, ti guarda le spalle. Insieme ne abbiamo passate tante…”.

Raoul dopo un brutto periodo è riuscito a rialzarsi, soprattutto grazie all’amore per la famiglia e per il sostegno della sua compagna che non l’ha mai abbandonato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui