Scene disperate alla casa del Grande Fratello Vip tra venerdì e sabato. Dayane Mello piange perché la figlia avuta con l’ex Stefano Sala non l’ha chiamata

Scene dolorose alla casa del Grande Fratello Vip tra venerdì e sabato. Dayane Mello piange disperata perché la piccola Sofia, la figlia di 6 anni che ha avuto con il suo ex Stefano Sala (anche lui passato un ex gieffino), non l’ha chiamata. La modella brasiliana infatti si aspettava, già da qualche giorno, una telefonata della figlia, ma la chiamata non è mai arrivata. Per aiutare Mello, è intervenuta anche la coinquilina Maria Teresa Ruta , che ha chiesto spiegazioni ad Alfonso Signorini, il quale però non ha saputo dare una spiegazione. Il conduttore non ha potuto dire perché Sofia non avesse chiamato la mamma, anche se gli altri ospiti della casa avevano già parlato con i propri figli.

Una vendetta di Stefano Sala? Il pensiero è passato per la testa della modella. Infatti, l’ex è ora sposato con Dasha Dereviankina, con cui ha avuto un figlio, Damian. Perché mai? Forse per alcune parole poco gentili pronunciate da Mello nei suoi confronti, in una delle sere nella Casa. “Qualcosa sta succedendo. C’è qualcosa che non va, sono sicura. È una ripicca”, è diventato il tarlo della brasiliana, che ormai convinta della ripicca del padre di sua figlia, ha pianto disperatamente, e si è scatenata contro la moglie di Stefano. Di nulla è servito il tentativo dei coinquilini di fermarla. I social si sono scatenati e hanno preso di mira Sala su Instagram, il quale ha voluto chiarire la questione con un messaggio: “Per tutti gli haters ignoranti e le persone che mi stanno assillando per questa famosa chiamata telefonica tra mia figlia e sua madre nel GF Vip, vorrei precisare che la chiamata è stata accordata a domani alle ore 11 am. E la programmazione di essa è stata pattuita direttamente con gli autori del ‘Grande Fratello Vip’ il giorno mercoledì 7.10.2020”, ha fatto sapere. Tutto è bene quello che finisce bene.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui