Flavio Insinna all’Eredità: é successo nuovamente “Non dico nulla”

0
7

Vediamo insieme che cosa è successo al programma condotto da Flavio Insinna, l’Eredità, e per quale motivo ha fatto questa dichiarazione.

Lui è il presentatore super amato, e conosciuto, come il programma che presenta, ovvero L’Eredità e stiamo parlando, ovviamente di Flavio Insinna.

Vediamo meglio insieme che cosa è successo nelle ultime ore.

Flavio Insinna all’Eredità: é successo nuovamente “Non dico nulla”

Il programma che possiamo vedere tutte le sere sulla Rai, ovvero L’eredità è molto amato dal pubblico, che lo segue sempre con grandissimo successo, premiandolo con gli ascolti.

LEGGI ANCHE —-> CHIARA FERRAGNI: SCONVOLGE COMPLETAMENTE IL SUO LOOK è IRRICONOSCIBILE

Nella puntata che è andata in onda nella serata di ieri, è successo qualcosa di davvero particolare.

Il campione in carica, ha dimezzato ogni volta il suo montepremi, sbagliando sempre la parola scelta.

E Flavio Insinna, da bravo padrone di casa, gli ha detto le seguenti parole, anche per cercare di sdrammatizzare un po’ la situazione:

LEGGI ANCHE—–> GF VIP: SVELATO IL NOME DEL NUOVO CONCORRENTE NELLA CASA-FOTO

“Prova a pensare in un’altra manieraOra sto zitto. Meglio se non ti dico più niente”

Il montepremi, che il campione aveva alla fine delle 5 parole era di 7.188€ ma era partito da una base di ben 230.000€

Ma la parola, che ha scritto il campione Raffaele, era sbagliata ugualmente e purtroppo non è riuscito a portarsi a casa nemmeno questa piccola parte del montepremi.

Flavio Insinna all'Eredità: é successo nuovamente "Non dico nulla"
Flavio Insinna all’Eredità: é successo nuovamente “Non dico nulla”

Ovviamente, nella prossima puntata, potrà nuovamente provare a vincere i soldi se arriverà alla ghigliottina, quindi un’altra possibilità di vittoria.

E voi avevate indovinato la parole corrette nel programma che è andato in onda ieri, condotto da Flavio Insinna oppure no?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui