Hanno strattonato Salvini? Sbagliato, ma un suo candidato sparava ai migranti dice Renzi

0
2

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi dichiara che la Lega sta sporcando l’immagine della Toscana strumentalizzando l’aggressione subita da Matteo Salvini.

 

Se c’è chi ha sempre rivendicato con orgoglio le sue origini toscane è senza dubbio l’ex Premier – nonché attuale leader di Italia Viva – Matteo Renzi. Ed è proprio in quella piazza fiorentina, nel comune di Pontassieve per la precisione, che lui è cresciuto e si è sposato. La medesima piazza – ironia della sorte – nella quale qualche giorno fa l’altro Matteo – Matteo Salvini, numero uno della Lega – è stato aggredito da una donna di circa 30 anni di origini congolesi. La donna gli ha detto “io ti maledico” ma non solo: è arrivata anche a strapargli la camicia e il rosario che il capo del Carroccio portava al collo, dono di un parroco, a cui era molto legato. Non solo. Un ristoratore, a causa delle numerose minacce ricevute, ha dovuto disdire un pranzo elettorale a cui sarebbe stato presente il segretario della Lega, con evidenti perdite economiche pertanto. Che Salvini non fosse per tutti il benvenuto a Pontassieve era già chiaro. La stessa prima cittadina del comune fiorentino, il sindaco Monica Marini, in quota PD,  nei giorni precedenti il comizio, aveva condiviso sui social un post dove era espressamente scritto: “Matteo Salvini qui non è il benvenuto”, corredato da una foto con la scritta “Pontassieve non si Lega”.

Pubblicato da Monica Marini su Martedì 8 settembre 2020

La vicenda ha suscitato reazioni molto diverse sia nell’opinione pubblica sia all’interno della sfera politica. Da un lato il rivale per eccellenza di Salvini, il segretario del PD Nicola Zingaretti, ha espresso solidarietà all’avversario. Dall’altro lato un silenzio assordante da parte di Palazzo Chigi: il Premier Giuseppe Conte a distanza di giorni non è ancora intervenuto per condannare il gesto violento della donna.

Ci sono stati poi coloro che hanno lasciato intendere che, secondo loro, Salvini un po’ se l’è pure cercata in quanto è lui che fomenta odio in Italia. Tra questi troviamo il frontman delle Sardine Mattia Santori e il regista Gabriele Muccino. Ma a quest’ultima squadra sembra unirsi ora proprio il fiorentino per antonomasia: Matteo Renzi. Renzi – ospita a L’Aria che Tira su La7 – ha dichiarato: “Chi alza le mani ha sempre torto. Quella signora che – seppur solo per 7 secondi – ha alzato le mani, ha torto. Detto questo la Lega sta cercando di strumentalizzare quella vicenda per far credere che la Toscana sia terra di facinorosi. Io dico: giù le mani da Salvini ma giù le mani anche dai valori della Toscana”. Nonostante la giornalista Myrta Merlino abbia fatto notare al leader di Italia Viva che Salvini, ospite nella sua trasmissione, ha evitato di parlare dell’episodio, Renzi prosegue sicuro per la sua strada. E tira in ballo anche episodi del passato come la citofonata al presunto spacciatore fatta a Bologna. E conclude rivolgendosi a Salvini, vittima dell’aggressione: “Basta con questo odio“.

Samanta Airoldi

Fonte: Monica Marini Facebook, La7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui