Home Cronaca “Briatore ha pagato per avere cure migliori”. E ora se ne...

“Briatore ha pagato per avere cure migliori”. E ora se ne dovrà occupare il Parlamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:36
CONDIVIDI

E’ polemica sul ricovero dell’imprenditore Flavio Briatore che a sua detta non è in ospedale per il Coronavirus.

 

Anche dopo essere stato ricoverato in ospedale, l’imprenditore Flavio Briatore continua a far parlare di se: stavolta, le polemiche sull’eccentrico milionario che ha dovuto chiudere i suoi locali in Sardegna e a Montecarlo – tra cui lo storico Billionaire – a causa dell’individuazione di un focolaio di Coronavirus riguardano proprio la sua permanenza presso l’ospedale San Raffaele di Milano. Infatti – riferisce La Repubblica – l’imprenditore sarebbe al momento affidato alle cure del dottor Alberto Zangrillo, un medico che ha già curato in passato altri “Vip” come l’ex premier Silvio Berlusconi. Tuttavia, si troverebbe ricoverato in un reparto per “solventi”, ovvero un’ala dell’ospedale dove vengono trasferiti i pazienti più facoltosi: in poche parole, Flavio Briatore avrebbe pagato per ottenere cure migliori. Il problema è che secondo i dipendenti del San Raffaelle stessi non esiste un’ala per solventi attrezzata per curare il Coronavirus: “Lavoro al San Raffaele e come i miei colleghi attendo una smentita da parte del personale del reparto”, dice Luca Paladini, attivista dei Sentinelli che ha anche subito il ricovero in prima persona e perso la madre a causa della pandemia.

Il consigliere regionale lombardo di Azione Niccolò Carretta ha annunciato su Facebook un’interrogazione parlamentare per fare luce sulla faccenda: “Auguro a Flavio Briatore di riprendersi presto. Ma anche di smetterla di raccontare storie assurde: i soldi non mettono un cittadino al di sopra degli altri”, dichiara il consigliere secondo il quale in un periodo così delicato per la sanità nazionale, sarebbe una grave leggerezza permettere a chicchessia di eludere le misure previste per limitare i contagi nelle strutture ospedaliere. Dal San Raffaele intanto, arriva un bollettino che rassicura sulle condizioni del magnate: “Domenica sera, accusando sintomi di spossatezza ed una leggera febbre, Briatore è stato ricoverato presso la struttura. E’ stato sottoposto a dei check up di routine e le sue condizioni sono buone”, dice il bollettino dei medici.

Ovviamente arriva anche una bella interrogazione per sapere se #Briatore è (stato) davvero ricoverato in un reparto NON…

Pubblicato da Niccolò Carretta su Martedì 25 agosto 2020

Lo stesso Flavio Briatore – riferisce Il Corriere della Sera ha voluto rispondere alle voci riguardo un suo presunto ricovero in un’ala non Covid. L’imprenditore nega di trovarsi in ospedale a causa della pandemia e ha invece dichiarato di essersi sottoposto a dei controlli per comuni problemi fisici: “Sono al San Raffaele per un’infiammazione alla prostata ma sto bene. Non escludo che potrei avere il virus vista la situazione in Sardegna, approfitterò dell’occasione per sottopormi a tampone. Sto bene”, ha spiegato l’imprenditore al telefono con un giornalista senza mostrare sintomi di un’insufficienza respiratoria. Un’eventuale positività al Covid del magnate sarebbe tristemente ironica dopo la sua dura polemica con il sindaco di Arzachena, reo – a sua detta – di aver penalizzato senza ragione i locali notturni presenti sulla Costa Azzurra inasprendo le misure anti Covid. Il personale sanitario per sicurezza ha sottoposto a tampone molte delle persone entrate in contatto con Briatore nelle scorse settimane: tra queste, l’allenatore serbo Sinisa Mihajilovic – risultato positivo al test – e il volto di Forza Italia Silvio Berlusconi che dopo due tamponi è risultato negativo al Coronavirus.

Fonte: Il Corriere della Sera, La Repubblica, profilo Facebook di Niccolò Carretta