Home Cronaca “Flavio Briatore ha il Coronavirus? Giustizia divina”, dice l’assessore del PD

“Flavio Briatore ha il Coronavirus? Giustizia divina”, dice l’assessore del PD

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28
CONDIVIDI

Un assessore di Bologna del Partito Democratico ha commentato con parole molto dure la condizione dell’imprenditore Flavio Briatore ricoverato al San Raffaele di Milano.

Che se ne parli bene, che se ne parli male, purché se ne parli“- recita un vecchio proverbio. E chi riesce benissimo a fare parlare di sé è senza dubbio Flavio Briatore, illustre imprenditore a capo di diversi locali che hanno fatto la storia tra cui il rinomato Billionaire in Costa Smeralda. La scorse settimana l’imprenditore era al centro di una polemica con il sindaco pentastellato di Arazachena proprio per la chiusura del suo locale a causa delle misure restrittive volte ad evitare nuovi focolai di Covid. Da un paio di giorni, invece, ciò che sta facendo discutere è il ricovero di Briatore. Ieri le maggiori testate nazionali hanno riportato la notizia del ricovero dell’imprenditore al San Raffaele di Milano proprio a causa del Coronavirus e sottolineavano anche che le sue condizioni erano gravi. Sulla questione è subito intervenuta la giornalista Selvaggia Lucarelli che su Twitter ha scritto: “Spero gli serva da lezione“.  Ma anche dal mondo della politica i commenti non sono mancati. Tra i primi a dire la sua Claudio Mazzanti, assessore alla Politiche per la mobilità presso il comune di Bologna in quota PD, che su Facebook ha scritto: “Briatore si è preso il Coronavirus? Al mondo c’è giustizia divina, così farà meno lo sbruffone”. Secondo l’esponente Dem Briatore, in pratica, meriterebbe in un certo senso quanto gli sta accadendo perché nei mesi scorsi ha giudicato come troppo severe le restrizioni imposte dal Governo per evitare nuovi contagi. Salvo poi dover fare i conti che il suo stesso locale in Sardegna era diventato un focolaio con una sessantina di casi positivi accertati: “Vi ricordate cosa diceva Briatore sul Covid? Diceva che erano tutte invenzioni e inveiva contro il governo e contro i sindaci che facevano chiudere le discoteche. Sembrava di sentire Salvini e Meloni in peggio”. 

Le affermazioni dell’assessore del PD non si discostano poi molto da quelle del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca che, qualche tempo fa, disse pubblicamente che Zingaretti – dopo gli aperitivi sui Navigli di Milano – si era preso il Covid perché “Dio esiste”. Da parte del segretario nazionale del PD, Nicola Zingaretti, ancora nessun commento sulle parole di mazzanti. Mentre è intervenuto il responsabile  Cultura e Spettacolo del Pd Davide Di Noi che sul suo profilo Facebook ha scritto: “Le esternazioni dell’assessore Mazzanti, mio compagno di partito e membro di un’istituzione importante come il Comune di Bologna, sono inqualificabili, a maggior ragione perché provengono da chi dovrebbe dare il buon esempio in un momento difficile per il nostro Paese. Farebbe bene a chiedere immediatamente scusa e a dimettersi dall’incarico”.

Ho 30 anni e ho l’onore di essere dirigente di un Partito, il PD, a cui credo e al quale ho dato tutto me stesso, fin…

Pubblicato da Davide Di Noi su Martedì 25 agosto 2020

Samanta Airoldi

Fonte: Claudio Mazzanti Facebook, Davide Di Noi Facebook