Tina Cipollari ha una sorella “gemella” | Sono identiche | Foto

0
1

Tina Cipollari è senza dubbio uno dei personaggi più amati e discussi del mondo dello spettacolo. La vamp, protagonista indiscussa del dating show di Maria De Filippi Uomini e Donne, continua ad essere seguitissima sui social, anche ora che la trasmissione è in vacanza. Di lei conosciamo praticamente ogni cosa, ma sapete che ha una sorella che le somiglia moltissimo?

Chi è la sorella di Tina Cipollari

Si chiama Annarita, ed è la sorella maggiore. Le due donne oggi hanno un rapporto civile e pacato, ma in passato hanno avuto degli scontri pubblici. E’ stata la stessa opinionista a rivelare, attraverso una lettera aperta pubblicata su un noto settimanale, alcune dinamiche interne e familiari legate al suo matrimonio finito con Kikò Nalli: “Annarita, che delusione. Sei voluta entrare nelle discussioni tra me e mio marito Kikò. Tu, mia sorella, sua complice. E hai anche la faccia tosta di dirmi che non merito un uomo bello e giovane come lui e che avrei dovuto essere più dolce e ringraziarlo per quanto aveva fatto. Guarda che ha questo punto potrei anche pensare male… piantala. Me ne hai fatte di tutti i colori e questa rivalità con me è durata fino al periodo dell’adolescenza, quando con la maturità mi hai accettato. Poi, per fortuna, i rapporti sono migliorati. O meglio, pensavo che fossero migliorati”. (Continua dopo la foto)

LEGGI ANCHE——-> Amici, che fine ha fatto Luca Pitteri? Oggi sposato con ex allieva

LEGGI ANCHE ——> Romina Power, avete mai visto dove vive? Casa elegante e chic

L’amore con Vincenzo Ferrara e la smentita sull’ex marito

In queste ultime settimane la Cipollari è stata al centro del gossip per alcuni rumors che l volevano in crisi con il suo attuale compagno, l’imprenditore fiorentino Vincenzo Ferrara e che hanno parlato di un presunto riavvicinamento con l’ex marito Kikò Nalli. Dei pettegolezzi che la bionda romana ha prontamente smentito, in maniera anche piuttosto forte e adirata: “A volte penso che l’uomo non abbia davvero bisogno di cibo o acqua per sopravvivere, ma solo di pettegolezzi, di quei gossip sterili che servono a poco, il più delle volte a niente. Ho da sempre grande stima del settimanale Di Più. Nel corso della mia “carriera” infatti è proprio alle sue pagine che spesso ho raccontato la mia vita, mostrando così al pubblico le tappe più importanti del mio percorso. Quello che proprio non capisco è come si possa, in una testata così importante, riportare voci di corridoio che non fanno bene a nessuno, specialmente ai miei figli che vorrei ricordare essere ancora dei minori e che magari non hanno superato del tutto la mia separazione dal padre.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here