Home Spettacolo Adriano Celentano che fine ha fatto il figlio Giacomo: “Emarginato per la...

Adriano Celentano che fine ha fatto il figlio Giacomo: “Emarginato per la mia fede”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:33
CONDIVIDI

Giacomo Celentano è uno dei tre figli di Claudia Mori e Adriano, precisamente il secondogenito. A differenza delle sorelle Rosita e Rosalinda (quest’ultima prossima concorrente di Ballando con le stelle), lui ha vissuto più in sordina rispetto al clamore mediatico, pur avendo abbracciato una carriera artistica.

Giacomo Celentano, cosa fa oggi l’artista

Giacomo ha intrapreso una carriera nel mondo della musica, iniziata nel 1989 come cantautore di musica cristiana. Ha lavorato inoltre come redattore nel giornale satirico “Il Cartone” e subito dopo la sua crisi ha scritto tutta l’esperienza vissuta nel suo libro “La luce oltre il buio”. Oggi vive una bellissima storia d’amore con la sua Katia e prosegue la sua carriera fra musica, letteratura e la pubblicazione di libri. (Continua dopo la foto)

View this post on Instagram

Il nostro album "Inevitabilmentenoi"

A post shared by Giacomo Celentano (@giacomogabrielecelentano) on

LEGGI ANCHE ——-> Gigi D’Alessio abbraccia la donna della sua vita: “Mai successo…”FOTO

LEGGI ANCHE——-> Grande Fratello Vip, lo riconoscete? Qui era solo un bimbo

Oggi vive felicemente con la sua Katia, sua moglie. In una recente intervista rilasciata a Storie Italiane, il programma condotto da Elenora Daniele ha parlato della sua vita privata e delle sue difficoltà: “Posso dire di essere stato penalizzato dai media nazionali per colpa della mia fede. Da più di otto anni il mio percorso mi ha ha portato ad essere letteralmente bandito. Non accuso i giornalisti, quando però presento una mio brano ad una casa discografica, automaticamente viene scartato, questa per me è emarginazione. Io continuo a fare i due miei mestieri, cantautore e scrittore. Dato che il mio Signore Gesù mi ha donato dei talenti artistici, il mio dovere di cristiano è farli fortificare. In questi anni, ho avuto difficoltà a promuovere quello che faccio. Soprattutto tra gli addetti ai lavori, ma vado avanti perchè è il Vangelo che me lo chiede”.