Home Cronaca I mesi di Lockdown potrebbero essere stati un sacrificio inutile, dice l’OMS

I mesi di Lockdown potrebbero essere stati un sacrificio inutile, dice l’OMS

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
CONDIVIDI

Il professor Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute Roberto Speranza, critica la posizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sugli asintomatici.

oms asintomatici ricciardi

I dati della Protezione Civile in merito alla situazione di oggi ci informano che i casi attualmente positivi scendono a 30.637, con una decrescita di 1.073 assistiti rispetto a ieri. Nelle ultime ventiquattro ore 53 deceduti che portano il totale a 34.167. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 171.338, con un incremento di 1.399 persone rispetto a ieri. I ricoverati continuano a diminuire e arrivano a 4.131, – 189 pazienti rispetto a ieri. Il numero complessivo dei pazienti in terapia intensiva si abbassa a  236,  – 13 pazienti rispetto a ieri. Ad oggi, in Italia, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 236.142, + 379 rispetto a ieri

Walter Ricciardi contro l’Organizzazione Mondiale della Sanità

E mentre ci rallegriamo per la progressiva decrescita dei casi positivi e dei pazienti nelle terapie intensive, continuiamo a restare sbalorditi di fronte alle continue contraddizioni della scienza. Qualche giorno fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità  si è espressa sui casi asintomatici di Coronavirus: potrebbero non essere contagiosi e, dunque, sarebbero innocui. L’epidemiologa a capo dell’Oms, Maria Van Kerkhlove – riferiva il Corriere della Sera – rispondendo ad alcuni giornalisti nel corso di un briefing, ha dichiarato: “E’ molto raro che una persona asintomatica possa trasmettere il Coronavirus”. La scienziata ha spiegato che gli asintomatici, avendo contratto l’infezione virale in forma molto lieve, potrebbero emettere – con tosse, starnuti o anche solo parlando – goccioline con poca carica virale e, dunque, non abbastanza infette. Tuttavia ha anche specificato che la questione è ancora in fieri e si basa su un set di dati ancora troppo limitato per poter fornire una risposta certa.

Se questa nuova scoperta  venisse confermata da ulteriori studi, rovescerebbe completamente il quadro della situazione. Non solo dal punto di vista clinico ma anche politico.  Se gli asintomatici non rappresentano un pericolo, allora il lockdown di 3 mesi a cui l’Italia è stata sottoposta sarebbe stato inutile. Anzi: non solo inutile ma distruttivo per l’economia nazionale e per moltissimi piccoli imprenditori commercianti, ristoratori. Molti dei quali, per i debiti contratti durante la chiusura, hanno dovuto chiudere. Ben 14, tra marzo e aprile, si sono tolti la vita. La chiusura totale del Paese fu imposta proprio per evitare che, chi infettato senza saperlo, potesse trasmettere l’infezione virale ai soggetti più a rischio. Ma se la premessa di partenza si rivelasse fallace allora la conclusione cambierebbe del tutto.

Contro le dichiarazioni dell’Oms è intervenuto il professor Walter Ricciardi,  lui stesso membro dell’Organizzazione ma, soprattutto, consigliere del Ministro della Salute Roberto Speranza. Ricciardi – riferisce TgCom24 – ha criticato le posizioni dell’Oms valutandole come inesatte: “L’Oms non va abolita certo. Ma quando sbaglia va criticata e in questo caso ha sbagliato. La trasmissione da asintomatici è tipica del Covid 19, è proprio ciò che lo distingue da Sars e Mers”. Secondo Ricciardi la prova più lampante del fatto che anche gli asintomatici siano contagiosi risiede nella velocità con la quale il Coronavirus si è diffuso in tutto il mondo.

Per tutta risposta il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha puntualizzato che è compito dell’Organizzazione continuare ad andare avanti attraverso ricerche e tentativi, in modo da ottenere sempre più informazioni su questo virus sconosciuto. “Sugli asintomatici servono nuove ricerche per poter stabilire con esattezza la misura della trasmissione del virus. Siamo di fronte ad un nuovo virus e stiamo tutti imparando”. In poche parole è ancora tutto un enorme punto interrogativo e la chiave risolutiva non la possiede nessuno: né l’Oms né Ricciardi.

Da mesi aleggiano tensioni tra l’Oms e il professor Ricciardi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità già ad aprile – riferiva Il Fatto Quotidiano – si era premurata di prendere le distanze dal consigliere del Ministro Speranza. E aveva inviato un messaggio alla stampa italiana invitando i giornalisti a non accostare le loro posizioni a quelle di Ricciardi, anche in merito al Coronavirus.

Fonte: TgCom24, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Protezione Civile

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]