“Se avesse governato la Destra non sarebbero bastati i cimiteri” dice Pier Luigi Bersani

0
3

Pier Luigi Bersani, ex leader del PD, critica l’azione dell’Opposizione, colpevole di dare coltellate al Paese, stremato dall’epidemia da Coronavirus. 

bersani destra cimiteri - Leggilo

“Il messaggio che il Centrodestra sta dando da fuori e da dentro il Parlamento è una coltellata al Paese. Se avessero governato loro non sarebbero bastati i cimiteri”. A dirlo è stato Pier Luigi Bersani, ex segretario del Pd, intervistato a “Carta Bianca”, su Rai 3. L’attacco era partito dalla considerazione della manifestazione del 2 giugno in Piazza del Popolo. Manifestazione trainata da Matteo Salvini, Antonio Tajani e Giorgia Meloni per contestare l’operato di Giuseppe Conte, ma che è finita per mettere sotto accusa proprio il centrodestra, colpevole non solo di aver dato luogo ad un assembramento evitabile, ma soprattutto di aver manifestato senza dispositivi di protezione individuale. Bersani, del resto, ha cavalcato l’onda delle critiche, partendo dalla manifestazione dei gilet arancioni in piazza Duomo a Milano: “Ci sono stati migliaia di morti e quel cretino che dice che il virus è un’invenzione facesse un giro in un posto in cui ci sono stati 950 morti”, ha detto Bersani secondo cui non ci sarebbe da sottovalutare il fatto che il virus sia ancora in circolazione, nonostante molti esperti sostengano il contrario arrivando a negarne l’esistenza.

L’attacco dell’ex capo del Partito democratico ha mandato su tutte le furie la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “L’odio ideologico della sinistra non si ferma nemmeno davanti ai morti. Ascoltate queste vergognose dichiarazioni di Bersani”, ha scritto su Twitter riprendendo il video con le dichiarazioni di Bersani.

Del resto, Bersani è dalla parte della maggioranza. Si era già espresso, durante la registrazione di “Accordi&Disaccordi”, talk politico in onda su Nove, sulla figura del Presidente del Consiglio e di come questo venisse percepito agli occhi degli italiani.  “Conte non gode di buona stampa perché non ha il guinzaglio corto”, aveva detto riferendosi al trattamento riservato al premier dalla stampa anche di centrosinistra, dopo la pubblicazione del Decreto Rilancio. “Conte non gode di buona stampa. In ambienti democratici si ritiene molto transitorio questo governo”, disse l’ex PD, secondo cui invece l’esecutivo sarà destinato a rimanere a Palazzo Chigi ancora per un po’.

Fonte: Accordi e Disaccordi, Giorgia Meloni Twitter, Rai3

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui