La Germania torna alla normalità lasciando decidere alle Regioni

0
1

Una riapertura cauta e differenziata, quella della Germania. Il Paese che vede in Angela Merkel una guida, ha retto l’urto del Covid-19 e si prepara all’allentamento delle misure restrittive. 

merkel germania riapre - Leggilo

E’ iniziata ufficialmente la riapertura della Germania dopo il periodo di crisi dovuto alla pandemia di Coronavirus. Nonostante il virus sia ben lontano dall’essere completamente sradicato nel paese gli esperti del Koch Institute, che affiancano la cancelliera Angela Merkel nella gestione dell’emergenza, hanno dato il via libera alla nuova fase di allentamento delle misure restrittive. La Germania è tra i primi paesi ad allentare la quarantena, pur essendo stata una delle prime nazioni europee ad essere colpita dal Coronavirus: una grande parte del merito va all’eccellente sistema sanitario tedesco che ha retto il picco dei contagi senza troppe difficoltà. La Germania, che a luglio deterrà per sei mesi la presidenza di turno del Consiglio europeo, sta così andando incontro a un totale abbandono delle misure di sicurezza: la cancelliera Merkel, riporta Il Fatto Quotidiano,  ha delegato ai vari Lander la gestione della pandemia regione per regione, a seconda del numero di casi e della gravità della situazione. Sarà dunque una riapertura a “macchia di leopardo“, quella della Germania, con misure più o meno restrittive a seconda della diffusione del virus in ogni area del paese. Intanto dal 6 maggio  c’è il via libera alla riapertura dal prossimo 6 maggio di parchi giochi, musei, gallerie, zoo, orti botanici e chiese, nel rispetto delle condizioni di sicurezza. E’ stato stanziato un fondo di emergenza da 10 milioni di euro servirà a finanziare le misure di adeguamento di queste strutture. Per quanto riguarda le scuole alcuni Land, spiega Agi, hanno quindi deciso di accelerare il processo, avviando il rientro graduale in classe già dal 27 aprile: è il caso di Berlino, per esempio, e della regione dell’Assia.

Un sistema che è all’opposto di quello in atto nel nostro Paese, dove è il governo centrale a decidere anche per le realtà regionali potendo queste ultime decidere misure restrittive, eventualmente, e non di allentamento.

Fanpage riferisce sulle indicazioni Angela Merkel “Se dovessimo registrare un numero pari a 50 nuovi casi per 100.000 di abitanti nella prossima settimana, si farà marcia indietro”, ha stabilito la cancelliera tedesca. La bozza dell’accordo tra governo centrale e i Lander ammonisce anche che in caso di nuovi focolai, potrebbero essere chiuse totalmente intere regioni. Le iniziali perplessità dell’Europa riguardo le misure adottate in Germania per la riapertura dopo l’emergenza Coronavirus sembrano prive di fondamento: smentite le fonti che parlavano di un picco nei contagi dopo l’iniziale allentamento della quarantena. Le infezioni sono ancora in discesa. I tedeschi si preparano dunque a tirare un sospiro di sollievo dopo aver contato circa 7.000 vittime nel corso della pandemia. I negozi riapriranno, rispettando severe misure per prevenire assembramenti e le indicazioni sanitarie fornite dalla cancelleria. Prossime alla riapertura anche le scuole,  sottoposte a controlli sanitari. Secondo La Gazzetta dello Sport sarebbe in procinto di ripartire perfino la Bundesliga. Fissato al 15 maggio il ritorno in campo dei giocatori: “Le misure di sicurezza sono rigide: chi non le rispetterà sarà preso di petto, atleta o meno” ha specificato il presidente della Baviera Markus Soeder in proposito. Una riapertura che metterà alla prova il senso di responsabilità di ognuno, dunque.

Fonte: Fanpage, Il Fatto Quotidiano, La Gazzetta dello Sport

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here