Coronavirus, i livelli di smog si sono ridotti ma Greta Thunberg è in isolamento

0
1

Da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus, i livelli di smog si sono ridotti. Le immagini satellitari mostrano un calo significativo dell’inquinamento atmosferico anche in Italia. Intanto, Greta Thunberg potrebbe aver contratto il virus. 

Coronavirus, Greta Thunberg in isolamento: "Potrei aver contratto il virus insieme a mio padre" - Leggilo.org

Il dramma mondiale del Coronavirus ha anche un effetto positivo. Non su di noi, chiaramente. Più il virus si espande, più i contagi aumentano, e più diminuiscono i livelli di inquinamento atmosferico e di CO2 in decine di città e regioni del pianeta, a partire dalla Cina, fino ad arrivare nel Nord Italia. Le immagini satellitari della Nasa e dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea, mostrano infatti una drastica riduzione delle emissioni di biossido di azoto, quelle rilasciate da veicoli, centrali elettriche e impianti industriali. Inoltre, il gas tossico fissato sopra le centrali elettriche industriali è quasi scomparso e i livelli di smog si sono ridotti da quando le fabbriche hanno chiuso.

Le immagini diffuse dalla Nasa mostrano un cambio di colore nei cieli della Cina da giallo ad azzurro, nei soli mesi di gennaio e febbraio. La concentrazione di biossido di azoto nell’atmosfera è crollata, in particolare – informa Agi – grazie al rallentamento economico provocato dal Coronavirus. Ad influire sul miglioramento delle condizioni dell’inquinamento è stata anche il la riduzione della circolazione delle auto e dei mezzi di trasporto, per non parlare di quanto hanno influito le riduzioni di emissioni dei carburanti aerei.

Si prevedono presto cali simili negli Stati Uniti, in particolare a New York. Il calo riguarda in particolare il monossido di carbonio, emesso per lo più dalle macchine; ma anche del diossido di azoto, legato alla riduzione dei trasporti e dell’attività industriale. Invece, secondo le proiezioni degli esperti, il telelavoro e il confinamento delle popolazioni faranno aumentare il consumo individuale di elettricità e riscaldamento. Una notizia che renderà certamente felice Greta Thunberg, 17enne attivista per l’ambiente svedese, promotrice e voce del movimento “Friday For Future”, che intanto potrebbe aver contratto il Coronavirus. A darne notizia è stata lei stessa, sui social, spiegando il motivo della sua assenza in queste settimane.

Greta ha spiegato di aver sofferto dei classici sintomi circa dieci giorni fa, parlando di tosse e stanchezza cronica, mentre suo padre Svante ha avuto anche la febbre. I due hanno quindi deciso di isolarsi, prendendo in affitto una casa lontano dalla mamma e dalla sorella più piccola di Greta. Nelle scorse settimane, Greta e suo padre, hanno viaggiato in giro per l’Europa, dove hanno partecipato a convegni ed eventi e, come spiega la 17enne svedese, a Bruxelles potrebbero aver contratto il virus. Non vi è certezza sull’infezione, dal momento che, come spiega Greta nei suoi post social, la Svezia adotta per i test un vademecum molto più stringente di quello italiano, a causa dei pochi casi verificatisi nel Paese.

View this post on Instagram

The last two weeks I’ve stayed inside. When I returned from my trip around Central Europe I isolated myself (in a borrowed apartment away from my mother and sister) since the number of cases of COVID-19 (in Germany for instance) were similar to Italy in the beginning. Around ten days ago I started feeling some symptoms, exactly the same time as my father – who traveled with me from Brussels. I was feeling tired, had shivers, a sore throat and coughed. My dad experienced the same symptoms, but much more intense and with a fever. In Sweden you can not test yourself for COVID-19 unless you’re in need of emergent medical treatment. Everyone feeling ill are told to stay at home and isolate themselves. I have therefore not been tested for COVID-19, but it’s extremely likely that I’ve had it, given the combined symptoms and circumstances. Now I’ve basically recovered, but – AND THIS IS THE BOTTOM LINE: I almost didn’t feel ill. My last cold was much worse than this! Had it not been for someone else having the virus simultainously I might not even have suspected anything. Then I would just have thought I was feeling unusually tired with a bit of a cough. And this it what makes it so much more dangerous. Many (especially young people) might not notice any symptoms at all, or very mild symptoms. Then they don’t know they have the virus and can pass it on to people in risk groups. We who don’t belong to a risk group have an enormous responsibility, our actions can be the difference between life and death for many others. Please keep that in mind, follow the advice from experts and your local authorities and #StayAtHome to slow the spread of the virus. And remember to always take care of each other and help those in need. #COVID #flattenthecurve

A post shared by Greta Thunberg (@gretathunberg) on

Fonte: Esa Twitter, Agi, La Stampa, Noemi Bonfiglio Facebook, Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui