16 bambini tolti alle famiglie non sono mai più tornati a casa: accadeva vent’anni fa

0
10

L’inchiesta “Veleno” potrebbe essere collegata a quella “Angeli e demoni” sugli affidi illeciti di Bibbiano? C’è un legame tra la vicenda attuale e quella che, più di vent’anni fa, coinvolse i paesi di Mirandola e Massa Finalese? La Procura di Modena ha aperto un fascicolo per rintracciare un ipotetico filo rosso che legherebbe i due casi. 

Veleno legame con Bibbiano - Leggilo

Era il 1997 e, nei due paesi di Mirandola e Massa Finalese, nella Bassa modenese, si parlava della setta dei diavoli della Bassa Modenese, organizzatrice di riti satanici nei quali sarebbero stati molestati e assassinati bambini. Dopo la denuncia di uno dei bambini, venne aperta un’indagine: oltre 20 persone furono accusate di far parte della setta di pedofili e satanisti e di aver abusato sessualmente, fisicamente e psicologicamente, di 16 bambini di età compresa tra gli 0 e i 12 anni. I fatti si sarebbero svolti tra le mura di casa e nei cimiteri della zona. Tutti i bimbi furono allontanati da casa e nessuno ci fece mai più ritorno, talvolta crescendo nella convinzione di essere stati davvero vittime di abusi sessuali.

Al termine dell’inchiesta, la realtà che si palesò fu tutt’altra: non vennero commessi omicidi e venne inoltre ipotizzato che le tecniche di interrogatorio dei bambini avessero portato a far credere a questi falsi ricordi. Le iniziali accuse di abuso rituale satanico nei cimiteri, vennero ritenute non provate e tutti gli imputati vennero assolti da queste accuse. Un caso controverso che ha avuto diversi esiti: dall’assoluzione di alcuni, alla condanna di altri.

Un filo con Bibbiano?

Ciò che ci si chiede, oggi, è se la vicenda che ha segnato le cronache di più di vent’anni fa possa avere un legame con quella attuale legata a Bibbiano. Per questo – informa Reggionline – la Procura di Modena ha aperto un fascicolo per riesaminare le vicende dei presunti pedofili di 22 anni fa. La decisione di riaprire i fascicoli è arrivata dopo che sono stati presentati tre esposti.

Sembra anche, riporta Modena Today, che alcune psicologhe che interrogarono i bambini nell’ambito dell’inchiesta “Veleno” siano le stesse di quelle della “Hansel e Gretel”. Il Pubblico ministero Giuseppe Amara dovrà valutare se ci sono nuovi elementi che chiariscano i tanti punti oscuri della vicenda, mentre il fascicolo è stato aperto su iniziativa del Procuratore capo Paolo Giovagnoli. “Siamo in una fase iniziale. Abbiamo aperto un fascicolo conoscitivo per cercare di ricostruire le vicende di allora. E’ un fascicolo ancora ad ampio raggio. Trattandosi di fatti di più di vent’anni fa, può darsi pure che eventuali reati siano prescritti”, commenta Giovagnoli.

Fonte: Modena Today, Reggio online

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui