Home Stampa Mainstream Bibbiano, parla Enrico Mentana: “Chi accusa il PD non sa cosa dice”

Bibbiano, parla Enrico Mentana: “Chi accusa il PD non sa cosa dice”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42
CONDIVIDI

Bibbiano: Enrico Mentana si è schierato apertamente con il PD in relazione ai fatti degli abusi sui Minori e lo ha fatto attraverso il suo sito Open.

bibbiano mentana

Sui fatti di Bibbiano è stato detto molto. Cerchiamo però di fare chiarezza, ricostruendo le fasi principali dell’inchiesta “Angeli e Demoni“. Essa riguarda un presunto sistema illecito di gestione dei minori in affido nel comune, retto da una manipolazione delle testimonianze dei bambini da parte di assistenti sociali e psicologi. Secondo l’accusa alcuni funzionari pubblici, assistenti sociali e psicologi avrebbero costituito un’organizzazione criminale che avrebbe tolto i bambini alle famiglie per darli in affido dietro pagamento ad amici e conoscenti. La storia è diventato anche un caso politico – essendo implicato il sindaco Andrea Carletti, in forza al Partito Democratico.

Bibbiano: la leghista Isabella Tovaglieri e il dem Emanuele Fiano 

In una puntata de Coffee Break, il programma di La 7 condotto da Andrea Pancani c’è stato uno scontro tra  la leghista Isabella Tovaglieri e il democratico Emanuele Fiano. A riportare la presunta scarsa preparazione della Tovaglieri sull’argomento è Open, il sito di Enrico Mentana che già qualche giorno fa si era schierato apertamente nei confronti del PD.

La Tovaglieri ha dichiarato: “Mi sarebbe piaciuto anche una commissione d’inchiesta parlamentare sui fatti di Bibbiano“, ma Fiano le ha chiesto: “Ma cosa c’entra il PD con Bibbiano?“. La leghista ha ribattuto che ad essere inquisiti sono “non solo il sindaco ma anche il vicesindaco e una serie di amministratori locali che sono stati scelti dal PD“. Open sottolinea l’imprecisione della Tovaglieri perchè solo il sindaco Andrea Carletti è in forza al PD e “si è autospeso“. Open specifica un altro elemento: Carletti  è accusato “solo” di abuso d’ufficio e falso. Alla domanda di Fiano di quali reati è accusato il Primo Cittadino di Bibbiano, la leghista ha risposto: “Un reato per cui evidentemente la magistratura ha ritenuto di aprire un fascicolo e un’indagine penale nei confronti del sindaco, sicuramente un favoreggiamento o una collaborazione”. Cosa non vera, sottolinea Open.

Nell’inchiesta tuttavia sono indagati anche gli ex sindaci PD di Montecchio Emilia e Cavriago, Paolo Colli e Paolo Burani, in carica all’epoca dei fatti.Tra gli arrestati della prima ora  Claudio Foti – uno dei principali esperti in Italia di lavoro con bambini vittime di abusi – e la moglie, Nadia Bologni, anche lei psicoterapeuta. Sarebbero circa 70 i casi di abuso sottoposti al vaglio degli inquirenti. Per Foti è stata disposta la revoca dei domiciliari dal Tribunale del Riesame.

Il 19 luglio Open interveniva in maniera diretta sulla vicenda con un articolo intitolato “A Bibbiano il sindaco e i suoi non erano orchi, ma nemmeno santi” a firma di David Puente. Un intervento con non si fa fatica ad immaginare che abbia avuto il plauso del Direttore del Tg La7 Enrico Mantena al fianco del PD. Nel pezzo infatti si legge: “Non si riscontrano, all’interno dell’ordinanza, responsabilità e conoscenza nelle presunte attività illecite nei confronti dei bambini da parte degli operatori legati alla Onlus «Hansel e Gretel». Bisogna parlare sempre di presunti perché, fino a prova contraria, qualcuno potrebbe o meno veder archiviata la propria situazione. Il sindaco Carletti – si legge –  non risulta accusato per gli orrori attribuiti agli operatori sui minori, ma è su questi che si sarebbe creato un vantaggio economico grazie alle scelte della sua amministrazione comunale. Vantaggi economici che avrebbero permesso alla Onlus di ottenere profitti maggiori con corsie preferenziali per dei lavori che riguardavano comunque dei minori”. 

Quello che gli viene contestato e che dovrà dimostrare di non aver fatto è di “aver sostenuto un sistema di favori illecito nei confronti di soggetti terzi per la gestione dei minori in condizioni precarie” un sistema “riguardante le famiglie e genitori affidatari, il tutto con i soldi dei contribuenti creando un danno – oltre ad altri operatori del settore – alle casse pubbliche”. Insomma, scrive Open, il Sindaco potrebbe aver avuto responsabilità gravi in quanto amministratore ma l’illecito, se c’è stato, nulla avrebbe a che fare con la sua appartenenza al Partito Democratico.  Di opinione opposta è il ministro Matteo Salvini che accusa la Sinistra di stare in silenzio nei confronti della vicenda:

Fonti: La7, Open, Chi l’ha visto

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]