Home Politica Opinioni La benzina di un volo di Salvini costa 315 euro l’ora; quella...

La benzina di un volo di Salvini costa 315 euro l’ora; quella di Renzi 2500

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:54
CONDIVIDI

Voli di Stato sì, voli di Stato no. Hanno provato a tirare in causa il Vicepremier Matteo Salvini, utilizzando come pretesto i viaggi a mezzo aereo effettuati dal Ministro dell’Interno. Ma il Viminale smonta tutte le accuse. 

Salvini voli di Stato inchesta Corte dei Conti - Leggilo

“Sono indagato dappertutto e su tutto”. Aveva risposto così, il Vicepremier Matteo Salvini, direttamente da un comizio a San Severo, in provincia di Foggia, all’ennesima accusa che gli si rivolge contro. Dal caso Diciotti, alle accuse per l’utilizzo dei social. L’ultimo affronto giudiziario riguarda i Voli di Stato, ed è cominciato con un fascicolo aperto dalla Corte dei Conti del Lazio riguardante, stavolta, i viaggi effettuati da Salvini. Il motivo? Indagare sulle motivazioni dell’utilizzo dei velivoli e sui costi di ogni viaggio, specie se effettuati per tornaconti personali. “Il lavoro che sto facendo per gli italiani questi ultimi lo stiano apprezzando e penso di essere uno dei ministri che costa meno nella storia del ministero dell’Interno”, ha continuato Salvini, ed in effetti, a fare due conti, di certo l’ex Premier Matteo Renzi l’ha superato in termini di costi.

L’inchiesta della magistratura contabile, guidata da Andrea Lupi, accusa il capo del Viminale di aver fatto “decine di trasferte con gli aerei della Polizia, come riportato da Il Corriere della Sera. Ufficialmente, tali voli sono leciti perché legano comizi ad un evento ufficiale. L’indagine della Corte dei Conti del Lazio, però, è stata presto smontata dal Dipartimento della pubblica sicurezza che ha chiarito come Salvini, in quanto Ministro dell’Interno, ha “diritto all’utilizzo di aerei di Stato al pari di tutti i soggetti sottoposti al medesimo livello di sicurezza”.

Cadono quindi le accuse della Sinistra, ma anche del M5S che non ha perso occasione per trovare l’ultimo pretesto di accusa. “Negli undici mesi di permanenza al Viminale il Ministro dell’Interno ha utilizzato gli aerei della Polizia di Stato per 19 tratte, per la durata media di un’ora, che fanno riferimento a dieci giorni“, spiega il Dipartimento. “Al ministro dell’Interno, per disposizione normativa, è attribuito il primo livello di protezione che dà diritto all’utilizzo di aerei di Stato al pari di tutti i soggetti sottoposti al medesimo livello di sicurezza”, si legge nel comunicato. I costi di un’ora di volo, sono pari a soli 1.415 euro complessivi, di cui 315 euro sono i costi per il carburante e 1.100 euro per la manutenzione. In più, “l’aereo, al di là dell’utilizzo specifico, comunque deve necessariamente essere movimentato”. Cifre ben diverse da quelle dell’Air Force di Renzi, il cui solo carburante costava 2500 euro l’ora.

Dalle tabelle del Viminale, emerge poi che in nessun caso Salvini ha utilizzato voli di Stato per motivi personali, come riportato da La Presse. “Salvini è abituato a utilizzare voli di linea, rigorosamente in economy, nonostante abbia il livello di tutela personale più elevato”.

Fonte: La Presse, Il Corriere della Sera

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]