Nell’auto un intera famiglia originaria del Marocco, madre, due figlie ed una quarta persona. Valentina Pigatto andava a cena fuori con il fidanzato. Muore sul colpo a soli 29 anni.

Non si sa con precisione come sono andate le cose sabato sera, allo schianto non hanno assistito testimoni. Possiamo solo riportare la ricostruzione fatta dai Carabinieri che sono intervenuti. Di sicuro c’è che un altra giovane vita è stata interrotta prematuramente. La 29enne Valentina Pigatto che guidava la sua Mazda mentre andava dal fidanzato, è morta sul colpo. Ai soccorsi giunti sul posto non è restato che constatarne il decesso. L’incidente si è verificato alle 19.15, lungo la SP 94 Contarina all’incrocio tra via Duca degli Abruzzi e via Prandina, si è consumata l’ennesima tragedia della strada.La vittima era di Pozzoleone in provincia di Vicenza, come riportato da Il Giornale di Vicenza.

Arrivava infatti proprio da Pozzoleone, e stava andando dal fidanzato, Andrea Marchiori, che vive con i genitori a GrantortoValentina ed Andrea – ha raccontato la mamma del fidanzato al Gazzettinoerano assieme da 6 anni. Hanno convissuto per tre anni a Carmignano di Brenta. Con la decisione di costruire la casa qui a Grantorto, per risparmiare un po’ sono tornati nelle loro abitazioni d’origine. Si vedevano in particolare al sabato sera. Valentina stava venendo da noi, poi sarebbero usciti a cena. Non riusciamo ancora a renderci conto di quello che è successo, una tragedia troppo grande».

Vigili del fuoco e il nucleo radiomobile dei Carabinieri accorsi sul posto, hanno ricostruito la dinamica. La frenata rimasta impressa sull’asfalto e lo schianto erano impressionanti.  La ragazza giunta nei pressi dell’incrocio ha effettuato un curva a destra nel momento in cui un Audi proveniva nel senso opposto, come riportato da Il Gazzettino. L’Audi si è fermata contro il muro mentre la Mazda di Valentina Pigatto è stata sbalzata ad una decina di metri di distanza.  Le auto dopo lo schianto erano completamente distrutte ed irriconoscibili. Alla guida una donna, 53 anni; al suo fianco un uomo di 35 anni; sul sedile posteriore si trovavano le due figlie della donna, di 15 e 13 anni.

Le cronache locali riportano le testimonianze di chi abita li vicino. Nessuno ha direttamente assistito allo schianto ma hanno sentito un rumore fortissimo: “Sembrava una bomba”, dice un residente della zona. Chi è intervenuto per aiutare, nell’imminenza dello schianto afferma:“Abbiamo aperto le portiere dell’Audi, la donna alla guida ha subito detto che aveva il polso rotto, l’uomo al suo fianco soffriva di dolori alla caviglia. Una delle ragazzine dietro aveva il labbro rotto. Abbiamo aperto le portiere e li abbiamo fatti uscire”.

Due donne medico, che viaggiavano assieme, si sono fermate per prestare soccorso: hanno cercato di rianimare Valentina inutilmente, come riportano gli astanti intervenuti:“Era agonizzante, l’abbiamo distesa, si sono fermate due donne, entrambe medici, e hanno cercato di rianimarla.”

Sul luogo dello schianto sono iniziati ad arrivare amici e parenti. Anche la madre di Valentina, allertata dalle voci sull’incidente, avvenuto non lontano da casa, è arrivata sul posto: è stata colta da un lieve malore e successivamente portata al Pronto Soccorso più vicino per un controllo.

Un altra giovane vita interrotta, che si aggiunge alla lunga lista delle vittime della strada.

Alessandro Signorini

Fonti: Il Giornale di Vicenza, Il Gazzettino

 

 

 

 

«

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui