Home Cronaca Daisy Osakue, a lanciare le uova il figlio di un consigliere PD

Daisy Osakue, a lanciare le uova il figlio di un consigliere PD

CONDIVIDI

Sono stati identificati dai carabinieri di Moncalieri i tre ragazzi che hanno ferito la discobola Daisy Osakue colpendola a un occhio con un uovo lanciato da un’auto in corsa. Si tratta di tre ragazzi abitanti a Vinovo, La Loggia e Moncalieri, che hanno utilizzato una Fiat Doblò, intestata al padre di uno loro. Si tratta di Federico, figlio di Roberto De Pascali consigliere Pd del comune di Vinovo ed ex candidato sindaco.

Quest’ultimo aspetto è stato prontamente rimarcato da Matteo Salvini sui social: «Si trattava solo di cretini mossi non da razzismo ma da stupidità. E uno dei lanciatori è figlio di un esponente del Pd!», ha twittato il ministro dell’Interno. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, sono partite dopo le prime dichiarazioni della ragazza e il Doblò è lo stesso segnalato la sera del 25 luglio in strada Genova, a Moncalieri, nel torinese, quando tre donne erano state bersagliate da altri due lanci.Nel corso dell’attività investigativa, sono stati acquisiti i filmati di tutti gli esercizi commerciali delle strade dove sono avvenuti i lanci di uova e dall’analisi dei filmati è stato possibile individuare il numero di targa. Questa mattina, investigatori si sono recati a Vinovo, presso il luogo dove abita il proprietario del furgone, che era regolarmente parcheggiato sotto casa e che riportava evidenti striature di residui di uova sulla fiancata destra.

Nel corso dell’attività investigativa, sono stati acquisiti i filmati di tutti gli esercizi commerciali delle strade dove sono avvenuti i lanci di uova e dall’analisi dei filmati è stato possibile individuare il numero di targa. Questa mattina, investigatori si sono recati a Vinovo, presso il luogo dove abita il proprietario del furgone, che era regolarmente parcheggiato sotto casa e che riportava evidenti striature di residui di uova sulla fiancata destra.

Daisy Osakuee, i Carabinieri: “Gente stupida, nessun razzismo”. Fiorella Mannoia: “La colpa è di Salvini”