Home Cronaca Terremoto: quindici scosse in 24 ore nell’area del cratere

Terremoto: quindici scosse in 24 ore nell’area del cratere

CONDIVIDI

Una quindicina di scosse in appena 24 ore e nei comuni del cratere colpiti dal terremoto torna la paura, a un anno esatto dalla tragedia di Rigopiano. Ieri alle 17.55, una scossa di magnitudo 3 è stata registrata a pochi chilometri da Muccia, mentre stamattina all’alba nella stessa zona l’Ingv ha registrato un sisma di magnitudo 3.1. Poi una dozzina di scosse di magnitudo superiore a due sono state registrate soprattutto nel maceratese, ma anche in altre zone del Centro Italia, in particolare in Umbria.

Si tratta di scosse di piccola intensità, ma che fanno tornare la paura soprattutto a chi da poco è potuto tornare a vivere in quelle zone e già vive il disagio dei problemi legati alle “casette” consegnate incompiute e della fine della sospensione delle imposte. Ma la terra continua comunque a tremare un po’ in tutta Italia.

Ieri mattina, una scossa di terremoto è stata avvertita nella vicina Slovenia, a pochi km di distanza dal confine con l’Italia, nei pressi di Plezzo. La scossa è avvenuta alle 11.22, con magnitudo registrata di 3.7 della scala Richter, ad una profondità di 5 km. Vista la bassa profondità, la scossa è stata avvertita perfettamente dalla popolazione e molte sono state le segnalazioni giunte ai vigili del fuoco così come alle redazioni locali. Segnalazioni anche dall’Ospedale di Udine. Di seguito, l’elenco delle scosse registrate dalla mezzanotte di oggi:

GM