Ingrid muore a soli 32 anni per uno scontro frontale: la madre guidava ubriaca

Fonti ed evidenze: Fanpage, Today

Emergono nuovi elementi sull’incidente che portò alla morte della 32enne Ingrid Dal Santo. Il tragico sinistro si sarebbe potuto evitare.

La tragedia avvenne lo scorso 13 dicembre nel Vicentino. Per la 32enne non ci fu nulla da fare. Le indagini hanno portato alla luce la vera responsabile dell’accaduto.

Ingrid Dal Santo/ archivio web-Leggilo

Lo scorso 13 dicembre Ingrid Dal Santo è morta nell’incidente stradale avvenuto lungo la Sp 350 all’altezza di Arsiero, in provincia di Vicenza: si trattò di un frontale che non diede scampo alla 32enne. A distanza di oltre un mese è venuto alla luce un elemento chiave che fu determinante in quel sinistro fatale:  i Carabinieri hanno accertato che la madre della vittima era al volante e guidava ubriaca. Per questo la donna è ora indagata per omicidio stradale. In base alla ricostruzione effettuata dai militari dell’Arma della stazione di Valdastico, è emerso che la conducente dell’autovettura Citroen C3, ha perso il controllo del mezzo e, dopo aver invaso la corsia di marcia opposta, si è schiantata frontalmente con un Suv Mercedes che sopraggiungeva in quel momento, il cui conducente è rimasto illeso. Un impatto devastante: la vettura su cui viaggiava  la 32enne, sul sedile del passeggero, era stata sbalzata per diversi metri finendo in un fosso a lato della carreggiata.

Tasso alcolemico cinque volte superiore al limite consentito 

Muore a 32 anni
L’incidente in cui perse la vita Ingrid dal Santo/ archivio web-Leggilo

Quella sera Ingrid Dal Santo morì sul colpo. Sul posto si erano subito recati i Vigili del fuoco di Schio, insieme ai Carabinieri della stazione di Valdastico e ai sanitari del 118. Per Ingrid non ci fu nulla da fare: era già morta all’arrivo dei soccorritori. Mentre la madre era stata stabilizzata e trasferita in ospedale a Vicenza.Gli accertamenti hanno poi messo in luce che la donna aveva un tasso alcolemico cinque volte superiore al limite consentito. Motivo per il quale deve rispondere anche di guida in stato di ebbrezza alcolica.Sarà ora l’iter processuale ad accertate in via definitiva, qualora ci sia una condanna, la colpevolezza della madre di Ingrid. Di recente, in provincia di Sondrio, un’altra giovanissima se ne è andata a causa di un incidente stradale: si chiamava Elisa Scarletti e aveva 21 anni. La ragazza è morta nel giorno del compleanno della mamma.