Il giovane chef manda via dei clienti ricchi dal suo ristorante: “Hanno umiliato la cameriera”

Fonti ed evidenze: Reporter Gourmet

Un famosissimo chef ha cacciato dal suo ristorante un tavolo di clienti che avevano trattato con poco rispetto una delle cameriere.

Lo chef – e proprietario del locale- non solo li ha cacciati ma ha anche restituito loro i soldi della cena e li ha invitati a non mettere più piede in quel ristorante.

Chef manda via clienti
Tavolo di clienti tratta male una cameriera/archivio web- Leggilo

Lo chef in questione è il giovane Lee Skeet, pupillo di Gordon Ramsey. Skeet, dopo aver lavorato nelle cucine dei ristoranti più prestigiosi, ha aperto il suo ristorante,  il Cora, a Cardiff, in Galles. Il locale è già uno dei più quotati e i clienti di sicuro non mancano. Skeet, sui social, ha raccontato che qualche sera fa si era accorto che un tavolo composto da sei clienti molto facoltosi stava trattando con arroganza una sua collaboratrice, una giovane cameriera di appena 22 anni. A quel punto  è intervenuto, si è fatto dare le coordinate bancarie per restituire loro le 1000 sterline spese per la cena e li ha mandati via dal locale. “Per favore fornitemi le coordinate bancarie e vi rimborsero’ l’intero conto di mille sterline, meno le 100 che avreste dovuto lasciare come mancia al membro del mio staff per la gentilezza del servizio. Glieli darò io stesso visto che voi non l’avete fatto.  Vi prego di non tornare mai più nel mio ristorante. I dipendenti per me valgono molto più dei soldi”– si legge nel post dello chef.

“Preferisco non avere clienti”

Lee Skeet
Lee Skeet/web-Leggilo

Il giovane chef ha spiegato che lui stesso, oggi famosissimo e più che benestante, è cresciuto in un quartiere e in una famiglia modesta e anche in virtù delle sue origini umili, non tollera che chi ha più possibilità economiche tratti con arroganza chi è più svantaggiato: “Io ho origini umili e non sopporto che chi ha più disponibilità economica tratti con arroganza gli altri. Preferisco non avere clienti piuttosto che averne di simili”. E se lo chef Lee Skeet, in Galles, può permettersi di mandare via i clienti, in Italia molti ristoratori, per non ritrovarsi con i tavoli vuoti, sono stati costretti ad introdurre multe salatissime per chi prenota e poi non si presenta.