Cremona, il supplente fa vedere in terza media il film vietato: i bambini si sentono male

Fonti ed evidenze: Repubblica, Giornale

Un docente di una scuola media di Cremona ha fatto vedere ai suoi alunni un film che ha suscitato un forte malessere in tutti i ragazzi.

La visione dei film fa parte da sempre dei programmi scolastici. Tuttavia è bene sapere scegliere pellicole adeguate da proporre. Il professore forse era convinto di mostrare un capolavoro ma gli alunni non hanno gradito.

Prof film horror
Un docente ha fatto vedere un film horror in classe/archivio web- -Leggilo

Il film che il professore ha proposto ai suoi alunni- dei bambini di terza media – è Terrifier, considerato uno dei film horror più spaventosi di sempre. Le scene erano così crude che alcuni ragazzi si sono sentiti male e i genitori hanno inviato una lettera al preside.  Durante l’ora buca, i ragazzi di una terza media hanno proposto al supplente di guardare un film. Il docente forse non sapeva che Terrifier è vietato in Italia – così come in molti altri stati Ue e negli USA – ai minori di 18 anni per via delle scene molto cruente. Non è certo un film da far vedere a dei ragazzini della scuola media. Il film ruota attorno al personaggio di Art The Clown, un pluriomicida pazzo che passa il suo tempo a uccidere le persone nei modi più crudeli e brutali possibili. Alcuni ragazzi, durante le scene, si sono tappati occhi e orecchie. Altri, addirittura dopo la visione della pellicola si sono sentiti male, e solo a quel punto il docente ha sospeso la visione del film.

Le proteste dei genitori 

Prof fa vedere film horror
Molti alunni sono stati male durante la proiezione del film/archivio web -Leggilo

Alcuni genitori, avvisati dai figli hanno inviato una lettera alla preside. I genitori si sono poi confrontati nella chat di classe, ma non tutti hanno considerato grave quanto successo in classe. Nonostante i pareri discordanti alcuni genitori hanno scritto al dirigente della scuola, chiedendogli come sia stato possibile da parte del docente consentire la visione del film con una tale leggerezza.
Il preside ha sostenuto che la scuola si è già attivata per risolvere la questione, organizzando un incontro fra il docente, gli studenti e genitori. Negli Stati Uniti– patria per eccellenza degli horror di un certo tipo – il film spopola tanto che lo scorso ottobre è uscito il sequel. Tuttavia -ribadiamo – è un film vietato ai minori di 18 anni. Assolutamente da non far vedere a bambini e ragazzini.  Sul web si possono trovare migliaia di video di spettatori che – alla visione della pellicola – si sono sentiti male proprio a causa delle  immagini raccapriccianti proposte, alcuni invece sono addirittura svenuti per la paura.