Padre di tre figli ucciso in strada, aveva tentato di sedare una lite

Un padre di tre figli, Ridha Jamaaoui, viene ucciso a quarant’anni, in strada dopo aver provato a sedare una lite.

Padre ucciso
Ridha Jamaaoui (Facebook)

Si chiamava Ridha Jamaaoui, l’uomo che stava tentando di sedare una lite, era un operaio e aveva quarant’anni originario della Tunisia era una persona stimata e apprezzata in città, il tutto è accaduto a Terni nella notte tra sabato e domenica.

L’uomo è rimasto ucciso nella notte adesso però si è aperta un’indagine per omicidio per fare luce sulla sua morte.

Ridha Jamaaoui padre di tre figli resta ucciso per sedare una lite

Lite Terni
Ridha Jamaaoui (Facebook)

Il quarantenne stava semplicemente cercando di sedare una lite nata per questioni legali, a quanto pare due uomini si trovavano in strada e stavano discutendo riguardo la circolazione stradale, il litigio riguardava un incidente avvenuto tra un automobilista ed un ciclista che sarebbe stato urtato da quest’ultimo, il ciclista un ragazzo di colore chiedeva 150 € come risarcimento a quel punto sembra che Jamaaoui fosse intervenuto per cercare di mediare tra i due che erano parecchio alterati.

Potrebbe interessarti anche >>> Deve andare alla camera ardente del padre ma dimentica le chiavi di casa. Si arrampica sul balcone e precipita

Poi il tutto è sfociato in tragedia la procura di Terni attualmente sta ancora svolgendo le indagini ed è in attesa dell’esito dell’autopsia che farà luce sulle cause effettive della morte del quarantenne, secondo alcuni testimoni alla rissa avrebbero partecipato diversi extracomunitari.

Potrebbe interessarti anche >>> Ambulante ucciso a Civitanova, parla la madre dell’assassino: “Mio figlio non è cattivo, ha avuto una vita difficile”

Un testimone ha dichiarato che conosceva bene Ridha Jamaaoui, e che l’uomo padre di tre figli si era avvicinato ai due semplicemente per fare da mediatore, il testimone inoltre ha dichiarato che dopo aver spostato la sua macchina con la sua compagna dentro, si è diretto nuovamente nel luogo in cui c’era la rissa ma a quel punto avrebbe trovato Ridha già a terra, il quarantenne sarebbe stato massacrato di botte, preso a calci e pugni, secondo il testimone sarebbe stato questo ad averlo ucciso ed il responsabile sarebbe proprio il ciclista che successivamente è scappato proprio sulla sua bici.