Paura di invecchiare: come gestire questa paura assolutamente normale

La paura di invecchiare accomuna tantissime persone e se hai questa paura non devi certo sentirti fuori posto.

Se vuoi entrare in contatto con me puoi sempre scrivermi all’indirizzo salvatore.dimaggio@leggilo.org .

Pixabay

La nostra società è molto contraddittoria riguardo l’invecchiamento. Da un lato nella nostra cultura abbiamo l’idea che l’invecchiamento sia legato alla saggezza e ad una crescita di maturità.

La paura di invecchiare

Ma dall’altra parte c’è anche la questione che l’invecchiamento viene in qualche modo visto come una sorta di disvalore.

Pixabay

Ovviamente pensarla così è assolutamente assurdo ma in una società che è molto focalizzata sull’aspetto fisico e sull’apparenza non deve sorprendere che nel sentire comune, invecchiare sia sentito come qualche cosa di negativo. Ci sono varie ragioni per le quali invecchiare provoca sofferenze in alcune persone. Innanzitutto invecchiando ovviamente vengono meno le forze e viene meno anche la capacità di concentrarsi. Tante cose che prima si riuscivano a fare oggi non si riescono a fare più e quindi questo chiaramente crea frustrazione e tristezza.

Tanti fattori in questa paura diffusa

Ma non dobbiamo neanche sottovalutare l’aspetto che dicevamo all’inizio e cioè quello della pressione di una società che è molto focalizzata sull’aspetto fisico. Se un corpo tonico e sodo sono considerati sicuramente qualche cosa di positivo è chiaro che l’invecchiamento viene automaticamente legato a qualche cosa che viene percepito come negativo. Ma ascoltami bene: tutte queste sono chiacchiere che non ti devono riguardare. Ascolta bene quello che ti dico perché il rapporto che hai con il tempo che passa è qualche cosa che devi assolutamente considerare in modo ricco e potenziante. Infatti in ogni giorno della tua vita accumuli nuove esperienze. Non sempre saranno esperienze belle, ma saranno comunque sempre esperienze che ti rendono sempre più prezioso e rendono il tuo mondo interiore sempre più vasto e più ricco.

Come rapportarsi ad essa

Se un acciacco ti mette tristezza e ti fa venire in mente pensieri negativi o se vedere un corpo tonico e scolpito ti offre un momento di malinconia, scrivimi a salvatore.dimaggio@leggilo.org e parliamone insieme. Il bello di questa rubrica è che è proprio aperta a voi lettori e come mental coach sono sempre a vostra disposizione. Ricordati che il rapporto col tempo è sempre un rapporto complesso. Spesso rapportarsi al tempo porta inevitabilmente, rimpianti e rimorsi, se guardi al passato o ansie se guardi al futuro. Eppure affrontare con serenità tutto questo è importante perchè noi in un certo senso “abitiamo” il tempo e dobbiamo convivere con esso con serenità.