Palermo – Messina, un attimo di distrazione e l’auto viene distrutta dal guard rail. A bordo c’erano tre persone

Fonti ed evidenze: Repubblica, Fanpage

Incidente mortale in autostrada. Un uomo è deceduto sul colpo, trafitto dal guard rail. Altre due persone sono rimaste ferite.

Ennesimo sinistro mortale. Un’auto, con a bordo tre persone, si è schiantata  contro il guard-rail dell’autostrada Palermo Messina, all’altezza di Cefalù. Il bilancio è tragico.

ANSA/FRANCO LANNINO/STUDIO CAMERA/archivio

Il conducente, il 71enne Carlo Tripodo, è morto sul colpo. Mentre la sorella, Carolina Tripodo, di 67 anni, è rimasta gravemente ferita ed è stata trasportata d’urgenza tramite elisoccorso prima presso l’ospedale Giglio di Cefalù e poi presso il Civico di Palermo. In auto con i due vi era anche la nipote di 22 anni. La giovane, rimasta lievemente ferita, è stata trasportata all’ospedale Giglio per alcuni controlli, ma fortunatamente non sarebbe  in pericolo di vita. Lo schianto si è verificato all’altezza dell’Hotel Costa Verde: ancora in via di accertamento le cause che hanno portato al sinistro mortale. Non si esclude che il conducente abbia avuto un malore improvviso che gli ha fatto perdere il controllo del veicolo. Secondo le prime informazioni, l’auto trafitta dal guard rail su cui viaggiavano i tre era diretta verso Messina.

Si tratta del secondo incidente mortale avvenuto in Sicilia nel giro di 24 ore. Il giorno prima a Partinico, è morto un giovane di 17 anni. Il ragazzo era a bordo di una Honda Sh insieme a un amico e per cause ancora non chiare, i due si sono schiantati contro un palo in cemento in via Principe Umberto. Secondo quanto accertato, i due stavano tornando a casa dopo una serata trascorsa in compagnia. Per il 17enne purtroppo non vi è stato nulla da fare. Inutili i tentativi dei sanitari del 118: l’adolescente è morto sul colpo. Il 16enne che era con lui invece è  stato ricoverato in gravissime condizioni al Trauma Center dell’ospedale Villa Sofia. Il ragazzo al momento si trova in coma farmacologico con un grave trauma cranico. La prognosi è riservata. Mentre qualche giorno fa, in provincia dell’Aquila, in Abruzzo, è morto un uomo di 60 anni, un padre di famiglia, Lanfranco Moretti. L’auto dell’uomo si è scontrata con un’altra vettura in un tentativo di sorpasso: il 60enne è morto sul colpo.