Marche, ritrovato il corpo del piccolo Mattia. Era completamente avvolto nel fango

0
184
Fonti ed evidenze: Messaggero, Corriere Adriatico

Dopo oltre una settimana,  è stato ritrovato il corpo del piccolo Mattia Luconi, il bambino di 8 anni disperso durante l’alluvione che ha colpito le Marche.

La sua mamma, la farmacista 36enne Silvia Mereu,  ora ha almeno un corpo su cui piangere. Qualche giorno fa si era tenuta una fiaccolata: centinaia di persone pregavano affinché Mattia Luconi venisse ritrovato.  E così è stato.

ANSA/UFFICIO STAMPA/ ARCHIVIO

I Carabinieri hanno ritrovato il cadavere del piccolo nel comune di Trecastelli, a diversi chilometri di distanza dal punto in cui il bambino era stato travolto da un’ondata di fango e detriti mentre stava tornando a casa insieme alla madre. Il corpo era già in avanzato stato di decomposizione,  per questa ragione sarà necessaria l’autopsia per fugare ogni dubbio. Tuttavia la certezza che si tratti del piccolo Mattia Luconi è data dalla maglietta blu rinvenuta addosso al cadavere: è la stessa che il bambino indossava il giorno in cui è scomparso, portato via dalla furia dell’alluvione.

La segnalazione ai Carabinieri è arrivata da un cittadino che si trovava a passare vicino al fiume Nevola. Il cadavere del bimbo era in un campo adiacente, completamente avvolto dal fango. Le speranze di ritrovare il piccolo ancora vivo erano praticamente nulle ma i genitori,  fino all’ultimo,  hanno voluto crederci. La madre Silvia si è salvata per miracolo. Quella sera, dopo aver chiuso la farmacia, era andata a prendere Mattia a casa dei nonni. Madre e figlio sono saliti in auto per dirigersi verso casa quando sono stati travolti dall’alluvione. La donna, pensando di salvare se stessa e il piccolo, ha preferito scendere dal veicolo e tentare di proseguire a piedi ma un’ondata le ha strappato il bambino dalle braccia. Come lei stessa ha raccontato dal letto di ospedale – in cui è finita per un principio di ipotermia – l’ultima volta che ha visto Mattia, il piccolo era aggrappato ad un tronco d’albero. Poi più nulla. Nei giorni scorsi era stato ritrovato lo zainetto, ma del bambino nessuna traccia. Ora dopo otto giorni il ritrovamento del cadavere. Con Mattia Luconi salgono a 12 le vittime dell’alluvione che la scorsa settimana ha colpito le Marche. Fenomeni che, purtroppo, sono destinati ad aumentare a causa dei preoccupanti cambiamenti climatici.