Ansia e tristezza d’autunno: forse stai semplicemente dimenticando quanto tu sia unica

0
22

Quando arriva l’autunno e riprendono le incombenze della scuola e del lavoro può capitare di sentirsi stanchi e demotivati.

Possiamo farci una bella chiacchierata se mi scrivi all’indirizzo salvatore.dimaggio@leggilo.org .

Pixabay

Un senso di stanchezza e un senso di demotivazione ma soprattutto di mancanza di energia può capitare in questi periodi dell’anno.

Sensazioni negative d’autunno

Alle volte può essere anche una sensazione più forte… più paralizzante.

Pixabay

Delle vecchie ansie e delle vecchie paure possono tornare alla carica e minacciare le attività di tutti i giorni sia del lavoro che nella vita privata. Magari ti stai sentendo come se la tua vita fosse senza una bussola o senza uno scopo oppure magari ti sembra di non avere assolutamente le forze e le risorse per affrontare vecchie sfide e nuove sfide. Ma non starai semplicemente dimenticando quanto sei unica? Il mondo di oggi iperconnesso e così legato ai social network ti mette continuamente in contatto con gli altri ma anche in competizione.

Troppi confronti…ma ti ricordi che sei unica?

Al giorno d’oggi è veramente facilissimo sentire che vali meno degli altri o che hai di meno. Oggi come oggi è davvero troppo semplice sentirti in difficoltà e sentire che stai sbagliando tutto. Il contatto con i tuoi familiari o anche il contatto con i tuoi colleghi di lavoro può essere qualcosa di positivo ma può anche indurre la tua mente a pensare che sei qualcosa di meno rispetto agli altri e che c’è qualcosa che non va in te o nella tua vita. Ma fermati un attimo, ferma la tua mente.. se davvero dentro di te ci sono questi pensieri devi fermarli e devi ripetere a te stessa una cosa importantissima e cioè che tu sei assolutamente unica.

I confronti si fanno con gli oggetti

Tutte le esperienze belle e brutte della tua vita ti hanno resa quella che sei ed il confronto con gli altri non ha assolutamente nessun senso. Tu sei un pezzo unico e come tutti i pezzi unici hai un valore inestimabile. I confronti lasciamoli agli oggetti. Infatti gli oggetti possono essere confrontati tra loro prezzati e soppesati. Ma gli esseri umani no. No! Confrontare due esseri umani è un’operazione radicalmente sbagliata ed illogica. È soltanto una cattiveria che qualcuno fa nei tuoi confronti e che forse la tua mente ormai ha interiorizzato. Il giusto percorso di crescita può farti riscoprire la tua unicità e far rifiorire la tua vita. Facciamoci una bella chiacchierata per un percorso personalizzato all’indirizzo salvatore.dimaggio@leggilo.org .