Colpita dall’anta di una finestra che le è caduta in testa mentre era in vacanza. Carlotta Grippaldi muore in maniera assurda

0
299

Una giovane vita stroncata da un evento imprevedibile. Partita per una vacanza tra le alpi francesi, la 26enne Carlotta Grippaldi non tornerà più a casa.

26 anni, laureata a in economia e commercio all’Università di Torino e pronta per il master in “marketing, omnichannel sales & digital management“. Appassionata di montagna e di sci, per cui aveva ottenuto il titolo professionale di maestra presso la Snowsport Academy nella Repubblica di San Marino. Questa era Carlotta Grippaldi, morta tragicamente durante le vacanze a Briançon, in Francia.

La giovane era andata in vacanza per seguire la sua grande passione per lo sci. Non sono stati né una manovra azzardata sulle piste, ne un errore a portar via precocemente Carlotta, ma una tremenda fatalità. L’anta di una finestra che si stacca dal secondo piano di un palazzo e la colpisce in testa. A nulla sono valsi i soccorsi di chi le stava intorno. Carlotta Grippaldi è morta sul colpo.

Il cordoglio della famiglia e di tutti coloro che la conoscevano è immenso. Carlotta stava costruendo la propria vita. Una laurea in economia e commercio presso l’Università di Torino, poi il master, a cui era stata presa e che sarebbe cominciato a breve. Per mantenersi faceva l’istruttrice di sci, dopo aver ottenuto la nomina di maestra la Snowsport Academy, in San Marino, nel 2018. Aveva praticato questa professione presso il compensorio Via Lattea, tra le Montagne Olimpiche Torinesi, sino a che non è stata chiamata a lavorare presso Lavazza. La grande occasione per mettere in pratica i suoi anni di studio la aveva raggiunta solo pochi mesi fa.

Foto ANSA Autrice: Rosaria Caramiello

Tra i commenti di lutto di amici e familiari, spicca quello dei profili social della Snowsport Academy di San Marino, che ricorda con dolore la sua allieva e offre le proprie condoglianze alla famiglia della giovane. L’autorità giudiziaria di Gap ha aperto un’inchiesta per il reato di omicidio colposo. Quando l’anta è caduta pare non ci fosse vento, le autorità francesi stanno indagando sulle possibili responsabilità di chi avrebbe dovuto occuparsi della manutenzione dell’immobile. Il sindaco di Briançon, Arnaud Murgia, ha annunciato dei sopralluoghi per controllare l’integrità delle facciate del centro storico della città, in modo da evitare ulteriori incidenti.