Gravidanza: come riconoscerla dai primi sintomi

0
42

Se hai de dubbi, sappi che esiste un modo che ti permette di riconoscere la gravidanza fin dai primi sintomi. Ecco come

È sempre possibile individuare alcuni segnali che possano essere validi indizi di una gravidanza. Questo può avvenire anche durante la prima settimana (anche se non sempre). Ovviamente, il modo migliore per capire se si è incinta o meno è quello di affidarsi ad un test di gravidanza o di rivolgersi ad uno specialista.

In tutto il territorio del nostro Paese, infatti, sono presenti molti Consultori Famigliari, che sapranno dare utili consigli a chi vuole sapere se è in dolce attesa. Ma se il tuo è un leggerissimo dubbio e vorresti avere qualche indizio in più prima di passare al test, sappi che esiste un modo che ti permette di riconoscere la gravidanza fin dai primi sintomi. Ecco come.

Ecco come riconoscere la gravidanza fin dai primi sintomi

Non appena inizia la gravidanza di una donna possono manifestarsi fin da subito segnali interessanti. Tuttavia, è importante ricordare che questi differiscono da soggetto in soggetto e che, quindi, non possono essere considerati univoci.

Uno dei primi segnali che potrebbero far pensare ad un principio di gravidanza, ovviamente, riguarda un ritardo delle mestruazioni. È proprio questo il primo indizio che potrebbe significare l’attesa di un figlio per una donna. Inoltre, si potrebbe notare un sanguinamento lieve nel periodo di pieno flusso mestruale.

Un ulteriore segnale di una possibile gravidanza per una donna è rappresentato dalla stanchezza cronica. Nel periodo di gravidanza, infatti, il corpo spende moltissime energie per “allevare” l’utero. Dunque, le risorse vengono consumate maggiormente, causando stanchezza per gran parte della giornata. Si tratta, quindi, di un fenomeno più che normale e diffuso.

Tra gli indizi che ci permettono di riconoscere la gravidanza fin dai primi sintomi vi è il rigonfiamento del seno. In questo caso, infatti, la donna interessata potrebbe notare un seno di dimensioni maggiori e più sodo. Inoltre, al rigonfiamento del seno potrebbe seguire una dilatazione delle vene e un annerimento della zona attorno ai capezzoli.

L’ultimo indizio è rappresentato dalla nausea. In particolare, chi è in stato di attesa registra sensi di nausea soprattutto alle prime ore del mattino, o nella nottata. Si tratta di un sintomo particolarmente diffuso ed è considerato normale per chi è in gravidanza.