Decreto Bis: Ecco tutti gli aiuti veri alle famiglie

0
9
Fonti ed evidenze: tgcom24.mediaset.it

L’obiettivo principale adesso è quello di tutelare i redditi di famiglie, imprese e lavoratori, questo il provvedimento, che vale complessivamente 17 miliardi per tutelare le famiglie ma anche le imprese.

Resta al 5% l’Iva sul gas, si amplia la platea dei destinatari del bonus sociale per luce e gas, sospesa fino a ottobre la possibilità per le aziende di modifica unilaterale dei contratti.

Decreto Bis_ Ecco tutti gli aiuti veri alle famiglie
Decreto Bis. Ecco tutti gli aiuti veri alle famiglie
(pixabay.com)

Il taglio del cuneo si amplia di 1,2 punti per i redditi fino a 35.000 euro. Con risorse per 1,5 miliardi arriva anche l’anticipo della rivalutazione del 2% delle pensioni. Entriamo nel dettaglio per scoprire cosa accade.

Gli aiuti

Ecco di seguito cosa prevede il Decreto Bis, con tutta una serie di agevolazioni. Il bonus di 200 euro una tantum arrivato a luglio verrà erogato a ottobre a tutti quei lavoratori finora esclusi, 100 milioni il Fondo per il sostegno degli autonomi.  Per la vecchia Alitalia i proventi della liquidazione saranno calcolati al netto dei costi sia dell’amministrazione straordinaria che dei rimborsi ai viaggiatori. Sono previsti aiuti per le imprese agricole che abbiano subito danni dalla siccità e che sono prive di copertura. Nasce la poi la figura del ‘docente esperto’ che guadagnerà 5.650 euro in più. Per il bonus psicologo arrivano 25 milioni in più, quello destinato agli abbonamenti del Trasporto pubblico locale avrà 101 milioni in più. Subisce una riduzione per il 2022 dell’assegno unico per i figli. Verrà conferito più potere agli 007 in caso di crisi o di emergenza.

Per cercare di non bloccare gli appalti arriva un altro miliardo e 300 milioni tra il 2022 e il 2027. Più fondi per il Servizio sanitario nazionale, con un miliardo in più, e sia arriva quindi a 4 miliardi di euro. Ci saranno delle sanzioni per il mancato pagamento degli extra profitti. Circa 10 milioni di euro sono in arrivo per la visione della televisione alle comunità montane e in zone dove questi impianti sono spenti. Circa lo smart working invece non vi è nessuna proroga sia per i fragili che per i genitori degli under 14