Massima attenzione: non è il Fisco, ma ti toglie i soldi dal conto

0
14

Massima attenzione, non è il Fisco ma ti toglie i soldi dal conto: ecco i dettagli su questa particolare richiesta.

I pagamenti online, così come i conti e tante altre cose, hanno davvero reso molto più sbrigative alcune pratiche burocratiche, anche se quando si parla di dispositivi informatici le truffe sono dietro l’angolo.

massima attenzione fisco
Fate massima attenzione perché non è come sembra (foto: Pixabay).

Non ci saranno i furti fisici, ma sono molti i malintenzionati che cercano di guadagnare soldi illecitamente; fate molta attenzione alle richieste che vi arrivano, specie per una che pare sia da parte del Fisco ma in realtà è una truffa organizzata.

Massima attenzione, non è il Fisco ma ti toglie i soldi dal conto: una particolare truffa

Stando a quanto riportato dal sito Proiezioni di Borsa, è stata la stessa Agenzia delle Entrate ad avvertire tutti i cittadini, con un comunicato del 25 luglio, a fare attenzione ad una truffa che si sta diffondendo.

Nello specifico, come riporta l’Ente, questa nuova truffa si starebbe svolgendo mediante delle e-mail riferite ad Agenzia delle entrate-Riscossione; il cittadino potrebbe infatti ricevere una mail con l’invito a visualizzare la documentazione mediante un file excel allegato chiamato “RAV_DA_1_A_5.xlsm.

L’indirizzo da cui sono inviate queste mail è no_replyéy[@]agenziariscossione.gov.it  e riporta  la dicitura “Rateizzazione delle entrate-Riscossione – Protocollo n. ARnnnnnnnnn”, con un codice che cambia da e-mail a em-ail.

Un altro account e-mail che potrebbe inviare richieste di pagamenti e dunque di truffa, come riportato, è ricevuta_pagaonline[@]agenziariscossione.gov.it; anche qui, la dicitura riporta un testo simile, che già a prima vista non convince per nulla (così come anche gli indirizzi da cui provengono le mail).

massima attenzione fisco
Attenzione a queste truffe via mail (foto: Pixabay).

Non è purtroppo la prima volta che una truffa del genere prende piede; molte volte, viene sfruttato anche il nome di Poste Italiane o quella di diversi corrieri, oppure di rivenditori online come Amazon; bisogna sempre fare attenzione alla provenienza e, in caso di dubbi, verificare sui rispettivi siti ufficiali.

Nel caso infatti si debba pagare qualcosa, o ricevere pacchi, ci saranno sicuramente indicazioni anche sul nostro spazio utenti sui siti ufficiali; a mail del genere bisogna dunque stare molto attenti.