Friggitrice ad aria: quanto consuma veramente? Svelato

0
34

Siete soliti utilizzare spesso la friggitrice ad aria? Ecco quanto questo può influire sulla bolletta dell’energia di fine mese.

In questo particolare momento storico occorre ingegnarsi affinché le nostre finanze non vengano prosciugate dal consumo di energia, luce e gas. La crisi economica causata dallo scoppio della guerra in Ucraina si sta progressivamente trasformando in un disagio concreto e particolarmente sostanzioso. A partire da settembre infatti, le bollette triplicheranno il loro valore, rendendoci difficili anche le più comuni azioni quotidiane come quella della preparazione dei vari pasti della giornata.

Friggitrice ad aria (Cooking Lab)
Friggitrice ad aria (Cooking Lab)

Di conseguenza – per evitare di dover affrontare delle brutte sorprese a fine mese – occorre seguire qualche semplice accortezza di risparmio e soprattutto selezionare correttamente gli opportuni strumenti ed elettrodomestici che potrebbero influire negativamente sulla cifra della bolletta. Condizionatori, forni, friggitrice ad aria, lavastoviglie, lavatrice – sono tutti dispositivi utili, ma al contempo capaci di consumare una buona dose di energia. In questa sede, faremo particolare riferimento alla friggitrice ad aria, nota per essere al quarto posto a livello di consumo energetico casalingo. Approfondiamo insieme l’argomento nel prossimo paragrafo.

Friggitrice ad aria: quanto consuma veramente?

Come abbiamo anticipato precedentemente, secondo la classifica pubblicata da Selectra, la friggitrice ad aria si trova al quarto posto tra gli elettrodomestici più energivori. Essa infatti consuma da 1,4 a 1,6 W/h con una cifra stimata di circa 70 centesimi l’ora; diverso è il discorso relativo al forno elettrico, attualmente all’ottavo posto con i suoi 0,9 W/h e 0,42 centesimi di consumo. Tuttavia, anche in questo caso occorre fare una riflessione, in particolare riferita ai tempi di cottura.

Friggitrice ad aria (Wired)
Friggitrice ad aria (Wired)

Mentre la friggitrice ad aria può essere utilizzata immediatamente – contemplando tempi di cottura di circa 15 minuti – il forno elettrico va preriscaldato e impiega molto più tempo nella preparazione dei cibi (anche 30/40 minuti). Di conseguenza, benché presa singolarmente la friggitrice ad aria risulti molto più energivora del forno elettrico, in realtà influisce meno sulla bolletta di fine mese.

Insomma, si tratta di scelte e di selezione degli strumenti, sulla base delle nostre necessità e dei nostri bisogni. Racimolare informazioni a questo proposito può rivelarsi utile per poter godere di un risparmio consistente riguardo il consumo di energia, luce e gas. Pertanto, vi invitiamo a prendere coscienza dei vostri dispositivi prima di utilizzarli e abusarne.