Vacanze saltate per il Covid? Ottieni il rimborso così

0
26
Fonti ed evidenze: greenme.it

Si assiste a un aumento del numero dei positivi al Coronavirus dovuto alla diffusione della variante Omicron 5 che sta purtroppo preoccupando anche molti viaggiatori. Fondamentale il periodo d’isolamento e di quarantena. Se ci sono dei viaggi in programma che succede?

Se si è prenotato un viaggio aereo e siamo costretti a rinunciarvi a causa del Covid la domanda sorge quindi spontanea: Abbiamo diritto al rimborso totale del biglietto che abbiamo acquistati ? In realtà se non si può viaggiare ci dovrebbe essere il rimborso, questo è quello che prevede la legge.

Si assiste a un aumento del numero dei positivi al Coronavirus dovuto alla diffusione della variante
Si assiste a un aumento del numero dei positivi al Coronavirus dovuto alla diffusione della variante
(PIXABAY.COM)

Bisogna puntualizzare che quello che è stato speso per il biglietto può essere utilizzato per comprare un nuovo biglietto aereo e quindi finalmente non rinunciare al nostro viaggio. Circa invece la prenotazione di stanze in hotel, B&B e altre strutture è fondamentale fare una distinzione fra caparra e acconto che è stato versato come anticipo per prenotare il soggiorno in struttura. Ma entriamo nel dettaglio per comprendere cosa succede.

In cosa consistono i voucher

Dobbiamo puntualizzare che gli alberghi rilasciano voucher della quantità d’importo pari a quello della caparra. Una cosa importante è avvertire tempestivamente la struttura alberghiera della propria positività al Covid-19 allegando proprio tutta la documentazione che attesta la positività. In questo modo la struttura sa che la cancellazione avviene per un valido motivo di salute certificato.

Se si è prenotato un viaggio aereo e siamo costretti a rinunciarvi a causa del Covid
Se si è prenotato un viaggio aereo e siamo costretti a rinunciarvi a causa del Covid
(pixabay.com)

Bisogna puntualizzare che tutti i viaggiatori che disdicono le prenotazioni di alloggi o mezzi di trasporto per positività al Coronavirus hanno diritto al rimborso per la disdetta, questo rimborso lo si riceve sia in due forme, o in denaro oppure con un voucher. Purtroppo ci sono delle compagnie di trasporti e anche degli albergatori che sono molto restii a restituire il denaro già ricevuto, non vogliono farlo per tutelarsi dalla valanga delle cancellazioni, quindi per ovviare a questi imprevisti di mancato rimborso che sicuramente penalizza il viaggiatore, bisogna scegliere tariffe che sono rimborsabili ovviamente il costo è leggermente più alto rispetto alle altre, ma sicuramente ci sono molte più tutele e garanzie e quindi anche se paghiamo maggiormente il prezzo del nostro viaggio, siamo sicuri che in caso di cancellazione possiamo ricevere il rimborso senza rischi.