Lascia la moglie per una rifugiata ucraina, dopo due mesi dice: “Sono rimasto senza soldi”

0
3608
Fonti ed evidenze: Messaggero, Today

Non ci pensò un istante a lasciare la moglie per la rifugiata ucraina che stavano ospitando. Ma dopo appena due mesi le cose hanno preso una piega diversa da quella auspicata.

Un colpo di fulmine tanto forte da buttare all’aria il suo matrimonio e fuggire con una rifugiata proveniente dall’Ucraina e giurarle amore eterno dopo solo 10 giorni da ché si erano conosciuti. Dopo due mesi, tuttavia, hanno scoperto che forse solo l’amore non basta a sopravvivere.

La storia di  Sofia Karkadym è cambiata completamente e del 29enne britannico Tony Garnett è diventata celebre in tutto il mondo. L’uomo  ha lasciato moglie e figli per Sofia, la ragazza che stava ospitando in casa.  Era inizio maggio, dopo due mesi la loro storia d’amore è messa a dura prova dai problemi economici: «Non abbiamo soldi, sopravviviamo con niente» – ha raccontato Garnett. La ragione di questa improvvisa miseria sarebbe da ravvisarsi nella troppa popolarità raggiunta dalla coppia. Sofia e Tony, infatti, sono diventate due piccole celebrità in Gran Bretagna: lei ha oltre settemila seguaci sui social e lui cinquemila. L’uomo ha spiegato che, per intervistarlo, sono arrivati a seguirlo sul lavoro facendoglielo perdere: «Avevo un’attività di grande successo nel settore della sicurezza. Quando i giornalisti e i paparazzi hanno cominciato a seguirmi sul posto di lavoro molte aziende hanno disdetto l’accordo, sostenendo che ora sono un personaggio pubblico e ciò è considerato un problema quando si tratta di incarichi in luoghi sensibili. I giornalisti pressano i miei dipendenti per avere il mio numero di telefono, dato che ho bloccato i miei profili social, e questi non fa bene agli affari. Ho dato fondo alle mie carte di credito e mi aiuta la mia famiglia».

La coppia tenta di tirare avanti facendosi pagare per rilasciare interviste ma non basta più. Nella vita reale ci sono affitti, bollette, spesa da pagare. La storia di Sofia e Tony, per quanto possa apparire romantica, ha anche l’altro rovescio della medaglia: una moglie lasciata sola con due bambini piccoli.  Sofia Karkadym, 22 anni era stata accolta a Bradford da Tony Garnett, 29 anni, nell’ambito di un progetto inglese per aiutare chi fugge dalla guerra in Ucraina. La moglie Lorna, 28 anni, era perplessa: avevano due figli piccoli e la situazione era complicata. Ma Garnett aveva insistito e il 22 maggio era arrivata Sofia: nel giro di dieci giorni i due erano già follemente innamorati l’uno dell’altra, lui aveva deciso che Sofia era la donna della sua vita: «Dal male di Putin è uscito qualcosa di buono per me e per lei» – ha affermato il 29enne che, nonostante l’attuale situazione di penuria, è intenzionato a sposare Sofia. Nel frattempo Garnett, che ha alle spalle un passato da tatuatore, suggellerà la loro unione aggiungendo “Queen” alla scritta “King” che ha sul collo. Sofia dal canto suo, ha dichiarato: «Voglio essere la sua regina».