Bonus per le famiglie: agosto sarà bollente, fate attenzione

0
33

Bonus per le famiglie, agosto sarà bollente: fate attenzione per capire se qualcuno dei contributi può essere indirizzato a voi.

Il rincaro dei costi dell’energia dato dalla guerra in Ucraina ha portato ad un nuovo aumento dei prezzi, che così come nel pieno della pandemia per COVID-19 (ancora non finita tra l’altro) sta pesando moltissimo sulle tasche delle varie famiglie.

bonus famiglie agosto
Ad agosto potrebbero arrivare altri bonus (foto: Pixabay).

Per questo, si stanno studiando dei contributi per sostenere le famiglie e le persone in difficoltà; ecco quelli che dovrebbero arrivare ad agosto, fate attenzione nel controllare se qualcuno di questi fa al caso vostro.

Bonus per le famiglie, agosto sarà bollente: fate attenzione e cercate di vedere se qualcuno è per voi

Stando a quanto riportato dal sito informazionefiscale.it, lo stesso Primo Ministro Mario Draghi, in una conferenza di qualche giorno fa, ha annunciato il prossimo arrivo di aiuto a sostegno della popolazione, sia a contrasto dell’inflazione sia per fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia e, conseguentemente, bollette sempre più care.

A quanto pare, c’è la possibilità che il bonus 200 euro, pensato come una tantum, venga ridotto ma esteso per più mensilità, forse per i mesi di agosto e di settembre. Inoltre, il Sole24Ore anticipa come ci potrebbe essere anche un abbassamento del tetto limite per l’ISEE per accedere al bonus sociale per le bollette, da 12.000 a 20.000 euro.

Per fronteggiare invece l’aumento del prezzo della benzina, sembrerebbe si stia lavorando per mantenere lo sconto di 30 centesimo al litro che, al momento, resterà in vigore fino al 2 agosto.

bonus famiglie agosto
Sembrerebbero pronte ulteriori manovre a sostegno di molti cittadini (foto: Pixabay).

C’è ancora parecchia incertezza sulle manovre che effettivamente verranno messe in campo dal Governo, ma pare che si stiano effettuando anche prove tecniche per quel salario minimo di cui si parla ormai da diverso tempo; stando alla proposta presentata dal Ministro Orlando ai sindacati, si dovrebbe partire inizialmente dai contratti collettivi più diffusi per ciascun settore.

Si sta dunque lavorando per gestire una situazione sociale tra le più difficili degli ultimi decenni, considera la pandemia e una guerra che forse nessuno si aspettava.