Repellenti per zanzare e solari insieme? Fai attenzione!

0
31
Fonti ed evidenze: greenme.it

Se uniamo i repellenti contro le zanzare e la protezione solare ci può essere un rischio per la nostra pelle, entriamo nel dettaglio e vediamo come fare per evitare dei problemi cutanei.

All’aperto la nostra pelle è infatti esposta tanto al rischio di punture d’insetto ma anche a quegli eritemi causati proprio dall’esposizione al sole. Dobbiamo quindi tenere presenti questi due aspetti paralleli quando siamo ad esempio in campagna, oppure al mare.

Repellenti per zanzare e solari insieme. Fai attenzione!
Repellenti per zanzare e solari insieme. Fai attenzione!
(pixabay.com)

Quindi attenzione quando applichiamo sia repellenti contro le zanzare che le protezioni solari. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi singoli prodotti che usiamo regolarmente, e scopriamo se effettivamente sono sicuri per la nostra pelle.

Come combinare

Innanzitutto evitare quei prodotti che hanno la funzione di “due in uno”. Quando si tratta di repellenti per zanzare devono essere applicati con moderazione, si tratta comunque di sostanze chimiche sulla pelle. Il repellente deve essere applicato al di sopra dei vestiti e poi solo su quelle parti di pelle non coperte dai tessuti.

Fondamentale è utilizzare due prodotti separati, sia per le punture d’insetto che contro le scottature e bisogna applicare subito la crema solare, ripetendo l’applicazione e applicare il repellente dopo una ventina di minuti.

Una nota importante riguarda i repellenti naturali dato che al loro interno possono contenere fotosensibilizzanti, come ad esempio gli oli essenziali di agrumi, questi possono causare un aumento della sensibilità della pelle ai raggi solari, ecco il motivo per cui dopo l’applicazione di questi prodotti, si consiglia sempre di evitare una esposizione al sole

Solari insieme a repellenti per zanzare
Solari insieme a repellenti per zanzare
(pixabay.com)

Cosa accade invece per quei prodotti che vengono utilizzati quando si ha una puntura d’insetto? Vale la stessa raccomandazione dato che questi prodotti contengono sia una piccola parte di antistaminico che serve proprio ad attenuare il prurito che appare così fastidioso dopo la puntura, ma ha anche la presenza di un composto chimico che si chiama isotipendile cloridrato il cui ruolo è proprio quello di acuire tutti quei segnali legati all’ eritema solare e anche a quelle eruzioni cutanee che si manifestano proprio sulle parti del corpo che sono state esposte al sole successivamente all’applicazione di questo prodotto.