Un caffè 7 euro e un latte macchiato 9. Lo scontrino è da incubo

0
104
Fonti ed evidenze: Rainews, Fanpage

Città che vai e scontrino scioccante che trovi. L’ultimo arriva dalla ridente Capri dove per una colazione si possono pagare anche 78 euro.

Le attività ristorative – bar, ristoranti, pizzerie, alberghi – sono state certamente tra i settori più penalizzati durante i due anni di pandemia. E ora che tutto pare essere tornato alla normalità ci troviamo di fronte ad un altro fenomeno anormale: prezzi saliti alle stelle.

ANSA/QUIQUE GARCIA/ARCHIVIO

Frullati che costano più di 12 euro a Milano, cappuccini a 8 euro a Roma, caffè macchiati che sfiorano i 24 euro a Venezia e cene a base di pesce che arrivano a superare i 500 euro ad San Benedetto del Tronto. Alla lista degli scontrini da capogiro si aggiunge questo: 78 euro per una colazione consumata in piazzetta a Capri. Non si discute sulla bellezza dell’isola partenopea né sull’indubbia qualità dei prodotti serviti in una location turistica ed esclusiva. E, certamente, gli affitti dei locali commerciali a Capri sono ben diversi da quelli di altre località molto meno ambite dai turisti. Pur con tutte queste premesse però 78 euro per la colazione sembrano davvero troppi. Nello specifico il cliente che ha pubblicato lo scontrino sui social ha precisato che, lui e i suoi accompagnatori, hanno consumato: 3 brioches al cioccolato, 1 alla crema e 1 vuota. In aggiunta le bevande: 2 caffè, 1 cappuccino e 2 bicchieri di latte macchiato. Colazione che, a primo impatto, sembra normalissima, con prodotti comuni: niente ostriche né caviale per capirci.

Dopo la pubblicazione dello scontrino sui social, la bufera non ha tardato a scoppiare e, come al solito, si sono formati due schieramenti contrapposti. Da un lato coloro che augurano ai commercianti di fallire per prezzi ritenuti disonesti. Dall’altro chi, di contro, fa notare che Capri è rinomata per i suoi prezzi astronomici. Infine qualcuno ha ribadito il concetto fondamentale: se i prezzi sono esposti o consultabili sul menù, è inutile prima consumare e poi lamentarsi. Basterebbe leggerli prima. O se non è stato fornito un menù, lo si deve sempre chiedere in modo da non svenire al momento di pagare il conto. Qualcun’altro, infine, ha ironicamente commentato: “Al mio paese con 78 euro mi lasciano pure le chiavi del bar”.