Siccità: i prodotti che spariranno presto dal supermercato

0
40
Fonti ed evidenze: Qui Finanza

Continua l’allarme siccità nel nostro Paese: ecco quali sono i prodotti che spariranno presto dal supermercato

Nonostante una brevissima tregua caratterizzata da forti piogge e ampi temporali in larghe parti d’Italia, l’allarme siccità non è affatto rientrato e si prospettano tempi difficili per il nostro Paese. la crisi idrica sta mettendo in seria difficoltà il comparto industriale ma anche la vita quotidiana dei cittadini.

(ANSA/ ELISABETTA BARACCHI)

Si prospettano, infatti, conseguenze non di poco conto per gran parte della popolazione italiana a causa della mancanza di acqua. Risvolti preoccupanti che potrebbero affacciarsi nella quotidianità di tutti i giorni. Ecco, quindi, quali sono i prodotti che spariranno presto dal supermercato a causa della siccità.

Ecco quali sono i prodotti che spariranno dal supermercato a causa della siccità

La mancanza di piogge nel nostro Paese ha prodotto un’emergenza che non accenna a diminuire. La siccità che sta travolgendo gran parte del territorio italiano è infatti un problema per agricoltori e lavoratori, ma anche per le industrie e per tutti i cittadini che, presto, potrebbero modificare gran parte delle loro abitudini quotidiane.

L’estate 2022, infatti, è stata segnata da una delle più gravi crisi idriche degli ultimi settant’anni. Una situazione che, purtroppo, è aggravata dal difficile contesto socioeconomico causato dalla pandemia e dal conflitto in Ucraina, che ha prodotto in gran parte dei Paesi europei un’inflazione da spavento.

Uno dei simboli dell’emergenza idrica nel nostro Paese è quella dell’abbassamento dei livelli del Po e di molti corsi d’acqua molto importanti per la Pianura Padana. Si tratta di un gravissimo problema per l’agricoltura di quei territori.

(Ansa/Alessandro Di Marco)

Proprio per questo, la siccità potrebbe far sparire alcuni prodotti dal supermercato. la pasta e le verdure hanno infatti visto un incremento di prezzo rispettivamente del 13 e 21%. Ma a preoccupare è la crescita del costo dell’olio di oliva, il cui prezzo è aumentato del 70%.

L’allarme vero, però, riguarda il mais e l’olio di semi di girasole. Oltre alla siccità, un altro fattore che potrebbe causa la scomparsa di questi prodotti dai nostri supermercati è la guerra in Ucraina. il nostro Paese, infatti, acquista mais e olio di semi anche dal Paese di Zelensky che, a causa dell’invasione russa, non riesce più a garantire l’esportazione.