Cosenza: scompare per giorni, la ritrovano legata con il filo spinato ad una recinzione

0
123
Fonti ed evidenze: Fanpage, Today

Pina Sidero era scomparsa da martedì a Corigliano Rossano, nel cosentino, è stata ritrovata non lontano da casa sua.

A quanto si apprende, la giovane avrebbe in passato, ricevuto dei biglietti con minacce.

Pina Sidero, una ragazza di 22 anni che era scomparsa da due giorni a Corigliano Rossano, nel cosentino, è stata trovata viva, anche se fisicamente sotto choc. L’hanno trovata legata con del filo spinato a una recinzione a circa trenta metri dalla sua abitazione.  La vicenda è ancora tutta da chiarire. Secondo le prime fonti, la giovane è stata trovata in un luogo che già era stato già battuto dalle persone che stavano cercando la ragazza e che in quel momento non avrebbero visto nulla. È presumibile, dunque, che la ventiduenne sia stata portata successivamente nel punto in cui questa notte, intorno alle due, è stata trovata. Le ricerche delle forze dell’ordine, Vigili del Fuoco e volontari, non si sono fermate un attimo e per fortuna hanno dato un esito positivo. Sono adesso in corso le indagini della polizia per tentare di ricostruire con esattezza quanto accaduto: a condurre le indagini la Procura della Repubblica di Castrovillari. La prima ipotesi che era stata fatta nel momento della scomparsa di Pina era stata quella di un allontanamento volontario, ma non viene esclusa alcuna possibilità.

La ragazza vive con la madre e la sorella. I genitori sono separati da tempo. Era stata la madre infatti a denunciare lo scorso 5 luglio la sua scomparsa  dalla casa nel quartiere “Santa Caterina”, una zona di campagna alle porte della città. La ragazza viene descritta come molto riservata, senza profili social né smartphone. A quanto si apprende, in passato avrebbe ricevuto dei biglietti con minacce. La 22 enne in queste ore  verrà ascoltata nel Commissariato di polizia di Rossano, ma sarebbe ancora  provata e confusa. Sta rispondendo alle domande del pm di turno della Procura della Repubblica di Castrovillari e dei funzionari del Commissariato in merito alle circostanze della sua scomparsa e del suo ritrovamento. Adesso, attraverso la sua testimonianza e gli accertamenti investigativi, bisognerà capire cosa sia effettivamente accaduto.